Home FOCUS Viadotto E45, indagati funzionari Anas del compartimento di Firenze

Viadotto E45, indagati funzionari Anas del compartimento di Firenze

150
0
Il sequestro e la chiusura del viadotto Puleto dell'E45, nei pressi di Valsavignone, in provincia di Arezzo, al confine fra Toscana e Romagna. Il provvedimento è stato richiesto dal procuratore di Arezzo Roberto Rossi nell'ambito dell'inchiesta sul cedimento di una piazzola della stessa E45 avvenuto l'11 febbraio scorso: secondo una commissione di tecnici incaricata dal pm, il viadotto sarebbe a rischio collasso. Il sequestro è stato notificato stamani dai Cc. ANSA/UFFICIO STAMPA +++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Quattro avvisi di garanzia per la chiusura del viadotto Puleto lungo la E45 a causa delle cattive condizioni di un pilone sono stati inviati a tre funzionari del compartimento Anas di Firenze, Antonio Scalamandré, Rocco Oliviero e Massimo Pinelli, e al capocantoniere Luigi Sestini. Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi ha intenzione di incaricare una nuova perizia sotto forma di accertamento tecnico irripetibile, per questo ha notificato gli avvisi ai quattro indagati. Domani 8 marzo le parti sono convocate in procura per il conferimento dell’incarico agli ingegneri Antonio Turco e Fabio Canè. Sono gli stessi della relazione con cui fu disposta la chiusura fra le uscite Valsavignone e Canili. Il quesito del pm riguarda stabilità del viadotto, deterioramento e quali rischi esistano per gli automobilisti. Il viadotto fu chiuso per condizioni di ammaloramento il 16 gennaio scorso e poi è stato riaperto, con limitazioni al transito, il 18 febbraio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here