Home MAGAZINE “Corto Piaggese”: un murales per le associazioni delle Piagge

“Corto Piaggese”: un murales per le associazioni delle Piagge

146
0

Lo street artist Miles Eri e gli studenti della Scuola Internazionale di Comics di Firenze a lavoro per realizzare un murales nel quartiere Le Piagge, con l’obbiettivo di accendere i riflettori sulle associazioni che tanto hanno fatto per il quartiere. Il progetto si chiama “Corto Piaggese” e nasce su iniziativa dell’associazione Servizi in zona, in collaborazione con gli assessorati al Welfare e alle Politiche Giovanili del Comune di Firenze con l’obbiettivo di valorizzare il lavoro invisibile a vantaggio del benessere della collettività che scaturisce ogni giorno dall’incontro e dalla collaborazione tra istituzioni, terzo settore e le specificità di ciascun quartiere. In campo, anche Quartiere 5, Centro Commerciale Coop Le Piagge e CNA.

«Il murales ‘Corto Piaggese’ dedicato alle associazioni delle Piagge e al prezioso lavoro che svolgono quotidianamente per la propria comunità è molto bello e di grande valore artistico, culturale e sociale – spiegano gli assessori di Firenze, Sara Funaro e Andrea Vannucci -. È un’opera che valorizza la partecipazione attiva dei residenti a favore del quartiere. La zona delle Piagge si caratterizza per il grande impegno dei suoi residenti a vantaggio del benessere della collettività. E noi ne siamo orgogliosi. Per questo abbiamo deciso insieme a Unicoop Firenze di concedere l’utilizzo degli spazi d’arte alla realizzazione del murales».

«Siamo convinti che il welfare in Toscana è un’opera d’arte che rientra a pieno titolo nell’immenso patrimonio artistico che la nostra Regione può vantare – spiegano Laura Izzi e Giacomo Torresi, presidente e vicepresidente dell’associazione -. Il sociale fa bella la comunitàin cui viviamo, in modo universale, gratuito, accessibile a tutti. Proprio come l’arte. E come tale vogliamo che metterlo in mostra».

La tappa preliminare.Il percorso partirà il 18 maggio con “Le istituzioni raccontano il quartiere”: il presidente del Quartiere 5 Cristiano Balli, l’assessora al Welfare Sara Funaro, il sindaco Nardella, rappresentanti di Unicoop Firenze e la presidente sezione soci Coop Firenze Nord Ovest Viviana Quaglia, sono invitati a parlare presso la sede della Scuola di Internazionale Comics (via Faenza 48). L’obbiettivo è presentare una panoramica della realtà sociale de Le Piagge, di come il quartiere e le sue specificità si presentavano in passato, di come si sono trasformate nel tempo, e di quelle che costituiscono le sfide e i propositi di intervento per il futuro.

Successivamente, l’equipe di lavoro, composta da Servizi In Zona, lo street artist Miles Eri,gli allievi della Scuola Comics e ilvideo maker Angelo Mura, terranno una serie di workshop aperti a tutti nelle tre principali strutture attorno alle quali si snoda il tessuto associazionistico de Le Piagge. Lo scopo degli questi incontri è far emergere le storie e i percorsi di emancipazione sociale, economica e culturale che hanno visto protagonisti gli abitanti del quartiere, attraverso la testimonianza delle realtà che maggiormente hanno contribuito a crearne i presupposti. Si partirà il 24 maggio al Centro polivalente di azione sociale Metropolis (via Liguria 4), con il presidente Andrea Malpezzi. Il 3 giugno tappa alla Comunità di Base delle Piagge(piazza Ilaria Alpi e Miran Hrovatin) con Don Alessandro Santoro, il 7 giugno al Centro Giovani del Q5 L’Approdo (via della Sala 2/rt) per ascoltare le testimonianze degli educatori di strada.

A seguire, si passerà alla realizzazione progettuale negli spazi della Scuola Comix e, il 15 giugno, alla realizzazione del Murales. A fine giugno si terrà l’inaugurazione al Centro Coop Piagge con la proiezione del documentario realizzato da Angelo Mura. L’opera, consisterà in un soggetto corale, liberamente ispirato alla figura di Corto Maltese, e realizzato con la regia di Miles Eri a partire dall’unione delle illustrazioni che gli allievi della Scuola Internazionale Comics realizzeranno in occasione dei workshop svolti presso le realtà locali. La scelta del tema, “Corto Piaggese”, oltre che strizzare l’occhio all’equipe artistica, composta in buona parte da aspiranti fumettisti, vuole fare da collegamento tra l’ambientazione fantastica dell’universo marinaresco tratteggiato da Hugo Pratt e il paesaggio reale delle cosiddette “navi”, che scandiscono lo skyline del quartiere.

I siti murali individuati per la realizzazione dell’opera finale, riguardano: la delimitazione esterna del Centro commerciale Coop Piagge all’altezza di via Lazio, davanti all’ingresso della stazione ferroviaria, nel tratto delimitato dal cancello adiacente all’accesso del parcheggio coperto del Centro commerciale, fino all’estremità opposta all’angolo con via Marche. Nella sua realizzazione, il soggetto del muro di via Lazio tesserebbe insieme i diversi tasselli del mosaico composto dalle illustrazioni realizzate da Miles e dagli allievi della Scuola Comics, lasciando provocatoriamente vuota una casella del puzzle. Il tassello mancante sarebbe realizzato in prossimità dell’ingresso principale del Viper Theatre, con l’intento ideale di invitare l’osservatore a ricercare l’interezza dell’opera a patto di perdersi nel quartiere, scoprendone la pluralità e la complessità. Il tassello mancante sarà identificato nel simbolo dell’ancora: un’immagine capace di evocare il tema del radicamento.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here