Home TOP NEWS By ITALPRESS MILAN-FROSINONE 2-0, PIATEK E SUSO, ROSSONERI IN EUROPA

MILAN-FROSINONE 2-0, PIATEK E SUSO, ROSSONERI IN EUROPA

90
0

MILANO (ITALPRESS) – Donnarumma para un rigore, Piatek e Suso regalano i tre punti al Milan. I rossoneri soffrono ma piegano per 2-0 un orgoglioso Frosinone a San Siro e si giocheranno, in ogni caso, la qualificazione per la prossima Champions all’ultima giornata di campionato. In attesa dei risultati delle rivali, nel frattempo il Milan conquista la certezza aritmetica quantomeno per l’Europa League. Gattuso si affida al solito 4-3-3 per ‘vendicare’ lo 0-0 dell’andata con Borini e Suso ai lati di Piatek e sono proprio i due esterni rossoneri a cercare per primi di bucare la porta di Bardi senza successo. Il Milan fa comunque fatica a trovare sbocchi nella manovra offensiva nonostante un lungo possesso palla. I maggiori pericoli sono propiziati dalla catena di destra con Suso spesso cercato dai compagni: al 24’ il numero 8 pennella un cross su cui Borini non ci arriva per un soffio, al 30’ è invece Bakayoko a mandare a lato dal limite dopo la respinta della difesa ciociara. Il primo tempo si trascina così con poche emozioni sino al duplice fischio di Manganiello tra i mugugni di San Siro.

La squadra di Gattuso, dopo aver concluso i primi 45’ di gara senza aver mai concluso nello specchio, si divora il vantaggio dopo soli trenta secondi: Borini si impadronisce di un pallone vagante al limite dell’area e spedisce alto a tu per tu con Bardi con il piatto destro. Al 49’, però, è Donnarumma a tenere a galla il Milan: Abate (oggi alla sua ultima in rossonera a San Siro) sbaglia lo stop e atterra Paganini in area ma dagli 11 metri Ciano si lascia ipnotizzare dal numero 99 che si distende e respinge alla sua sinistra. Gattuso, a questo punto, lancia Cutrone al posto di Bakayoko ma al 53’ è ancora Borini a mancare il bersaglio grosso con il colpo di testa da posizione defilata. Il sospiro di sollievo arriva solamente al 57’: sul tiro sporco di Borini è vincente e in posizione regolare il tap-in di Piatek, che torna a sparare dopo sei partite e nel momento più delicato della stagione segnando l’1-0. Il Milan si scrolla di dosso un po’ di pressione e al 66’ raddoppia con una perla di Suso: magistrale la punizione dell’esterno spagnolo, che bacia la traversa e si infila alle spalle di un incolpevole Bardi. La squadra di casa può limitarsi quindi a gestire senza rischiare troppo.

Baroni si affida all’esperienza di Dionisi e Ciofani, dall’altro nel finale c’è tempo per il commovente saluto di Abate, abbracciato dai compagni e da Gattuso prima di lasciare il campo a Conti all’84’. Il Frosinone cerca il gol della bandiera con una potente girata di Valzania all’87’ ma Donnarumma è insuperabile: clean sheet portato a casa e terza vittoria di fila consecutiva per il Milan.

(ITALPRESS).