Home TOP NEWS By ITALPRESS AL ROLAND GARROS NADAL IN FINALE, POI ARRIVA LA PIOGGIA

AL ROLAND GARROS NADAL IN FINALE, POI ARRIVA LA PIOGGIA

127
0

PARIGI (FRANCIA) (ITALPRESS) – Roger Federer crolla sotto i colpi dell’eterno rivale e Rafa Nadal vede all’orizzonte il 12esimo trionfo al Roland Garros, Novak Djokovic o Dominic Thiem permettendo che, per la pioggia concluderanno la loro sfida sabato a mezzogiorno. Il 39esimo confronto fra i due fuoriclasse che da oltre un decennio se le suonano di santa ragione in giro per il mondo si risolve per la 26^ volta a favore del mancino di Manacor: 6-3 6-4 6-2 la lezione inflitta a Re Roger in due ore e 25 minuti di gioco. Troppo ampio il divario fra i due sul rosso, terreno di caccia prediletto di Nadal e soprattutto a Parigi, dove si è aggiudicato 92 incontri su 94 e ha una striscia ancora aperta di 65 set vinti su 67 dalla sconfitta con Djokovic ai quarti nel 2015. Federer, tornato a calcare i campi del Roland Garros dopo 4 anni di assenza, si era imposto negli ultimi sei confronti ma erano stati tutti sul veloce e sulla terra l’ultimo successo resta datato 2009, in finale a Madrid. Ma per sapere se affronterà Novak Djokovic o Dominic Thiem, dovrà attendere il pomeriggio di sabato. Il match tra il serbo, numero uno del mondo e del seeding e l’austriaco, quarta forza in campo, infatti, e’ stato interrotto per la pioggia. Il risultato era su un set pari, 6-2 3-6, 3-1 per l’austriaco che andrà alla battuta. La ripresa del match, Giove Pluvio permettendo, è per mezzogiorno. Finale inedita invece fra le donne, dove si sfideranno Ashleigh Barty e Marketa Vondrousova, 42 anni in due. L’australiana, numero 8 del tabellone, mette fine alla favola di Amanda Anisimova, classe 2001 capace di eliminare la campionessa uscente e due volte finalista a Parigi, Simona Halep. Prima finale nello Slam per lei che da lunedì sarà almeno numero 3 del mondo, 2 dovesse diventare la prima australiana dai tempi di Evonne Goolagong Cawley ad alzare la coppa Suzanne Lenglen. Prima però dovrà fare i conti con l’altra enfant prodige del torneo, Marketa Vondrousova, 19enne ceca che nell’altra semifinale ha negato a Johanna Konta il sogno di riportare il tennis britannico femminile in una finale di un Major dal 1977, quando Virgina Wade trionfò a Wimbledon.

(ITALPRESS).