Home MAGAZINE Beatrice Segoni festeggia i suoi trent’anni da chef

Beatrice Segoni festeggia i suoi trent’anni da chef

191
0

di Elisabetta Failla

C’era una volta una giovane stilista marchigiana che, ad un certo punto della sua vita decise di cambiare vita e lavoro. Non importa quali fossero le sue motivazioni ma Beatrice Segoni decise di voltare pagina abbandonando “ago e fili” e prendere in mano mestoli e coltelli trasformandosi in chef. Non fu in cambiamento da poco, anche perché grazie a questo nuovo lavoro abbandonò la sua Porto Recanati per andare alla corte di Gianfranco Vissani per imparare i cosiddetti trucchi del mestiere.

Piano piano chef Beatrice diventa talmente brava da prendere in mano le redini del suo destino lavorativo arrivando poi a Firenze dove per dieci anni è stata a capo della cucina il ristorante Borgo San Jacopo della famiglia Ferragamo.

Nei suoi piatti l suo passato da stilista si vede ancora nell’amore per gli accostamenti sia cromatici delle materie prime sia dei profumi e del gusto dei suoi piatti. Da tempo ormai è lo chef di Konnubio, sempre a Firenze in via de’ Conti 8r, ristorante, wine e cocktail bar e spazio eventi, in una location, tra le più intriganti in città, che si sviluppa al piano terra e nelle antiche cantine di un suggestivo palazzo cinquecentesco, a pochi passi dal Duomo e dalle Cappelle Medicee.

E domani, 18 giugno, Beatrice Segoni, festeggerà i suoi trent’anni di carriera con una bella serata proprio al Konnubio aperta al pubblico. Probabilmente, se si guarda indietro Beatrice penserà che questi anni sono passati in un soffio seppure questo periodo siano stati costellati di cambiamenti professionali e personali e, soprattutto, di successi. Perché ormai Beatrice Segoni è una chef conosciuta e apprezzata diventando le stessa una stella del firmamento gastronomico.

La cena firmata da Beatrice Segoni ripercorrerà la sua carriera attraverso alcuni piatti che hanno segnato la sua storia da chef, con un sguardo particolare alle Marche che, per l’occasione, saranno abbinati ai vini marchigiani dell’azienda Garofoli di Castelfidardo, in provincia di Ancona, fondata nel 1901 e portavoce dell’eccellenza vitivinicola marchigiana.

La cena avrà il costo di 45 euro euro a persona e comprenderà i vini in abbinamento, selezionati da Simone Loguercio, Migliore Sommelier d’Italia 2019 per l’Ais – Associazione Italiana Sommelier -, e sommelier del ristorante Konnubio a Firenze.

La serata inizierà con la polentina morbida e lumachine di mare al finocchietto per antipasto abbinata a Brut Riserva Metodo Classico. Come primo lasagnetta con stoccafisso all’anconetana in abbinamento a “Podium” Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Classico Superiore e, a seguire, rana pescatrice in potacchio abbinata a “Serra Fiorese” Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Classico DOCG. Per finire maritozzo e crema chantilly da gustare con “Dorato” Marche IGT Bianco Passito.

Alla cena, che si terrà dalle ore 20 in poi (orario massimo di arrivo ore 22) si potrà partecipare, su prenotazione, chiamando il numero 055 2381189.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here