Home MAGAZINE Grande successo per la prima semifinale della Fabbrica della Comicità.Com Comici o...

Grande successo per la prima semifinale della Fabbrica della Comicità.Com Comici o Miseria

268
0

di Elisabetta Failla

Ḕ stata una serata calda quella dello scorso 28 giugno quando ha avuto la prima semifinale de La Fabbrica della Comicità.Com Comici o Miseria che si è svolta alle Terrazze Michelangelo a due passi dall’omonimo Piazzale. Calda dal punto meteorologico, certamente, ma anche dal punto di vista del calore che il numeroso pubblico presente ha fatto sentire ai partecipanti che si sono esibiti per giocarsi in pochissimi minuti l’accesso alla finale del concorso di comicità che si terrà il 20 settembre prossimo.

Bravissimi i concorrenti che hanno fatto divertire il pubblico e la giuria composta da personaggi del mondo dello spettacolo, opinion leader e giornalisti: dal bresciano Ruben Spezzati, a Andrea Paone di Venturina, dai perugini Mauro Busti e Donato Bini a Davide Magagnino di Milano come pure Alessandro Cannalire, a Dario Ronchetti da Como a Nicola Pazzi da Pisa.

Tra gli ospiti che hanno rallegrato la serata Mauro Ardia, già finalista alla passata edizione del concorso organizzato dalla SPManagement Arte Cultura Spettacolo, patrocinato dal Comune di Firenze e in cartellone tra gli eventi dell’Estate Fiorentina. Una partecipazione che a portato fortuna a Mauro Ardia che ha partecipato quest’anno a Italia’S Got Talent riscuotendo un notevole successo con il suo personaggio del mago muto. La serata è stata anche l’occasione per ascoltare uno dei brani principali del nuovo cd di Ricardo Azzurri Canto popolare. Il noto cantante fiorentino ha cantato infatti Araba fenice, una bella canzone che vede anche la partecipazione di Don Backy, un altro cantante amato dal pubblico

Domani sera 5 luglio avrà luogo la seconda e ultima semifinale condotta sempre da Stefano Baragli con altri concorrenti che si esibiranno cn la voglia di prendere il pass per la finale. Appuntamento alle 21.30 alle Terrazze Michelangelo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here