Home Senza categoria Vodafone, tante promesse poche conferme, fibra a metà e poi il cliente...

Vodafone, tante promesse poche conferme, fibra a metà e poi il cliente ha sempre torto. Samsung a ruota

95
0

di Piero Campani

Finalmente dopo tante lamentele adesso posso raccontare quanto è accaduto al sottoscritto sperando di aiutare i clienti che si rivolgono a Vodafone e poi strada facendo si accorgono che la realtà è diversa.

Ho girato il mondo come inviato assistito in tutto da Vodafone. Dal Sud Africa, alla Terra del Fuoco, nella terra degli Eschimesi…. Una volta era Vodafone ora….. leggete… leggete…

“CARO CLIENTE LEI HA TORTO PERCHE’ HA FIRMATO DEI FOGLI E QUINDI SONO FATTI SUOI NON DI VODAFONE”. Afferma l’operatore Vodafone alle ore 17 del 12 settembre. Il problema che carte siano intestate  a Vodafone per loro non vale niente

E se in questi fogli ci sono delle cose che non tornano, che non sono di normale rapporto negoziante e cliente? Non importa “LEI HA TORTO PERCHE’ HA FIRMATO DELLE CARTE, QUALUNQUE COSA CI SIA SCRITTO”.  Questa è Vodafone

La signora non ha voluto sapere il motivo del contendere: “LEI HA FIRMATO QUINDI…” insiste. Ho dovuto alzare la voce per spiegare il motivo delle mie lamentele. Vodafone non ascolta i clienti per capire ma legge nella sua Bibbia come ho detto all’interlocutore.

Veniamo ai fatti.  L’ultimo perchè ce ne sono stati tanti da contestare.

il negoziante  dello STORE ESCLUSIVO VODAFONE  al momento di passare da Tim a Vodafone (me sventurato)  di prendere un telefono nuovo Samsung(si fa per dire perché è vecchio di oltre 2 anni scoprirò dopo) che lo pagherò in rate etc etc. Adesso per un problema ai cristalli  devo fare un intervento che costa più del telefonino. Purtroppo è accaduto. La Samsung lo aveva in listino il J5 fino alla fine del 2018. Poi è uscito dal listino.  Li doveva ritirare? O almeno costringere i commercianti ad avvertire il cliente?. In questo caso la pubblicità TV Vodafone è proprio fuori luogo.

Vado ad un centro di riparazioni per averlo in tempi brevi ma vengo sconsigliato  di fare l’intervento.  ” QUESTO TELEFONO HA 3 ANNI. SE FOSSE STATO NUOVO ERA LOGICO FARLO MA SCONSIGLIO L’INTERVENTO. E’ SUPERATO”.

Mi stupisco,  non riesco a capire. Faccio presente che il contratto con Vodafone è stato fatto a Febbraio 2019  ed  io pensavo di aver comprato non il massimo ma uno dell’ultima generazione. “MA LEI HA FIRMATO” Continua a blaterare la signora dall’altra parte della cornetta. “Mi scusi, dico, io mi devo fidare del commerciante oltretutto esclusivo Vodafone. Altrimenti cosa ci stanno a fare i commercianti E QUELLI MONOMANDATARI?”

DOPPIAMENTE BISCHERO COME SI DICE A FIRENZE: PRIMO PER AVER FIRMATO CON VODAFONE SENZA POTER LEGGERE CIO’ CHE FIRMAVO POI PERCHE’ MI SONO FIDATO SENZA CAPIRE CHE MI STAVANO ASSEGNANDO UNA RIMANENZA del 2017.

Consiglio per i nostri lettori. Non fidativi di chi vi dice che tutto va bene. E poi non firmare mai nei tablet se prima non vi fanno leggere quello che firmate.  

INVITO AI LETTORI

Scrivete a redazione@gazzettadifirenze.it le vostre disavventure con VODAFONE o con gli altri gestori della telefonia. Ci dobbiamo difendere da soli perchè a difendere i cittadini dai soprusi non ci pensa nessuno

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here