Home Focus Empolese-Valdelsa: si espande il settore pellettiero. Arriva Pelletterie Ls

Empolese-Valdelsa: si espande il settore pellettiero. Arriva Pelletterie Ls

301
0

Nel cuore del distretto della ceramica di Camaioni ha aperto una nuova sede Pelletterie Ls. Una novità che segna l’espansione del settore pellettiero a Camaioni, in un’area storicamente nota per la lavorazione della ceramica. «Una vera e propria scommessa sul territorio che intendo vincere», promette Luigi Passariello, titolare dell’attività e con una famiglia di pellettieri alle spalle.

La storia di Pelletterie Ls inizia nel 1988 a Ugnano (Firenze), in un locale di 20 metri quadrati in cui, il primo dipendente è arrivato solo nel 1990. L’azienda, che inizialmente si occupava di pelletteria di rifinitura, si è poi spostata a Scandicci in un locale di 350 metri quadrati. Qui ha iniziato a dedicarsi alla lavorazione di portafogli sia per uomo che per donna, a lavorare per conto terzi e ad assumere personale per far fronte agli ordini crescenti. Oggi è specializzata nella lavorazione artigianale in oggettistica in pelle, registra un fatturato di quasi 3milioni di euro l’anno, produce 120mila pezzi l’anno, conta 24 dipendenti, con età media di trent’anni, di cui 18 sono donne, e una sede nuova di zecca, grande 1200 metri quadrati, in via Tosco Romagnola Nord al civico 25 (località Camaioni).

L’inaugurazione dei nuovi locali che ospitano l’impresa di Luigi Passariello è avvenuta ieri,28 luglio, alla presenza di Paolo Masetti, sindaco Montelupo Fiorentino.

«Tra gli obbiettivi futuri, puntiamo a lanciare una nostra linea di portafogli e a raddoppiare la produzione – spiega Luigi Passariello-.Per vincere questa sfida, abbiamo dalla nostra una lavorazione quasi tutta artigianale, che si avvale di un meticoloso controllo qualità e la scelta di pelli selezionate, che spaziano dal coccodrillo al vitello».

«É sempre un piacere prendere parte all’inaugurazione di una nuova attività del settore manifatturiero – commenta il sindaco Paolo Masetti-. In primo luogo, il fatto che un imprenditore scelga il nostro comune è il segnale che si tratta di una realtà appetibile da un punto di vista commerciale e ciò credo dipenda dalla collocazione, ma anche dalle scelte politiche operate negli ultimi anni. In secondo luogo, una nuova azienda che parte vuol dire posti di lavoro, diretti e indiretti. La ceramica è sicuramente il nostro tratto distintivo, ma credo che sia importante differenziare settori, saperi e competenze. Quindi non posso che fare un grande in bocca al lupo a questa nuova attività e complimentarmi per come hanno saputo svilupparla in 30 anni».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here