Home Magazine Con le ‘Nozze di Figaro’ inizia oggi The New Generation Festival

Con le ‘Nozze di Figaro’ inizia oggi The New Generation Festival

447
0
The New Generation Festival 2019 is inspired by the first ever Corsini festival of 1680.The festival, held in the Corisini Palace Gardens in Florence, is organised by British impressarios Roger Granville and Frankie Parham.

di Elisabetta Failla

Inizia oggi con Le nozze di Figaro di Mozart nel Giardino Corsini di Firenze la terza edizione del The New Generation Festival, un evento internazionale che presenta il più alto livello di opera, musica e teatro trasmessi dal vivo. Il giardino non è nuovo a manifestazioni del genere. Già nel 1680 venne messo in scena il dramma musicale La Vedova e oggi, a più di trecento anni di distanza, la Famiglia Corsini è felice di poter ospitare questa importante manifestazione musicale.

Fondato nel 2017 da tre giovani artisti inglesi – Maximilian Fane direttore d’orchestra; Roger Granville, produttore, regista e scrittore, e Frankie Parham, produttore cinema, teatro – il Festival nasce con l’obiettivo di abbattere le barriere tra generazioni e generi musicali, e di offrire ai migliori talenti musicali (under 35), selezionati tra i conservatori di alta formazione artistica di tutto il mondo, l’occasione di potersi esibire in uno scenario unico e internazionale.

“Volevamo creare una piattaforma che, mettendo in scena in un unico luogo i più alti livelli di opera, teatro e generi musicali (classica, jazz, pop), riuscisse a rompere le barriere fra generazioni e generi musicali perché la grande musica è sempre grande musica – hanno spiegato Maximilian Fane, Roger Granville, Frankie Parham – Siamo convinti che in un’epoca di incertezze, come quella nella quale ci troviamo oggi, la musica rappresenti l’unico linguaggio universale in grado di trasmettere un messaggio positivo ai giovani e di superare ogni confine”.

Visione Notturna del Giardino Corsini

L’obiettivo di avvicinare soprattutto i giovani a vari generi musicali si è rivelata una mossa vincente perché l’anno scorso i biglietti venduti agli under 35 aumentarono di quasi il 50%. Niente male per un festival finanziato senza aiuti pubblici ma esclusivamente con sponsor privati.

Grazie alla generosità di Giorgiana Corsini, fino al 31 agosto il seicentesco Giardino Corsini si trasforma in un teatro all’aperto, con un palcoscenico di 20 metri e gradinate in altezza che offriranno ad oltre 500 spettatori un percorso tra stili musicali diversi, con un’acustica tutta nuova dovuta alla partnership con K-Array Sound Solutions ed Exhibo. Ma dopo le 23 altra musica, da ascoltare sulle rive dell’Arno o nella Chiesa di Ognissanti, e performances non classiche curate dal DJ Harold Van Lennep nella Limonaia del Giardino, riservata anche al ballo. Sia la parte illuminotecnica che acustica è stata migliorata, sono circa 7 km. i cavi utilizzati per poter gestire lucci e audio, e anche il giardino sarà illuminato con luci ad effetto.

Le prove de “Le Nozze di Figaro” di W.A. Mozart

l’Opera Le nozze di Figaro di W.A. Mozart sarà diretta dal maestro Jonathan Santagada con l’Orchestra Senzaspine, un’associazione che conta quasi 450 musicisti under 35. La regista Victoria Stevens traspone il libretto di Lorenzo Da Ponte Le Nozze di Figaro nel mondo inebriante dell’industria cinematografica degli anni ’30.

L’opera si apre nella nuova sede di Almaviva Pictures, un affascinante studio cinematografico diretto dal Conte Almaviva. A malincuore, il Conte ha tenuto nello staff solo il suo fedele direttore della fotografia, Figaro, per averlo aiutato ad avere la mano di sua moglie, oggi protagonista femminile, la Contessa Rosina. Al contempo, il Conte guarda con attenzione alla futura sposa di Figaro, Susanna, che desidera più di ogni altra cosa. La storia che si svolge è comica, emozionante e commovente.

I costumi di scena sono stati offerti dalla storica Sartoria Tirelli, mentre tutte le calzature di scena sono fornite dalla Maison Pompei.  A tarda notte musica jazz e swing con Sam Jewison band.

All’inaugurazione sarà presente l’assessore alla cultura del Comune di Firenze Tommaso Fattori e si mormora che anche il Sindaco Dario Nardella, violinista e grande appassionato di musica, possa ammirare questa nuova realizzazione dell’opera. Confermato invece per tutte le serate del Festiva S.A.R Il Duca di Kent, presidente della manifestazione, con la sua famiglia. Ha purtroppo declinato l’invito, invece, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, impegnato nella crisi di governo.

L’opera verrà replicata sabato 31 agosto, serata conclusiva del Festial,  al termine della quale si potrà balla re nel giardino al ritmo swing con una jazz band di 10 elementi e un set notturno a cura dei dj Youp van der Steeg e Harold van Lennep.

Per tutta la durata del Festival l’ingresso sarà aperto fin dalle ore 18 consentendo al pubblico di poter passeggiare nel Giardino Corsini fino all’orario di inizio previsto per le 19.30. Durante l’intervallo di un’ora circa, si potrà cenare con i cestini da pic nic preparati dal ristorante Nugolo nei Giardini Corsini creato da Nerina Martinelli, giovane imprenditrice fiorentina. Le cucine saranno guidate dallo chef Simone Caponnetto, dal sous-chef Antonio Badalamenti e dallo chef Ambra Papa che è stata invitata appositamente per il festival. Il ristorante, con un team composto da giovani professionisti, si trasferirà dalla sua sede, in via della Mattonaia a Sant’Ambrogio, ai Giardini Corsini per tutta la durata del festival.

Gli organizzatori hanno voluto anche inserire un momento di solidarietà grazie alla presenza nel giardino di uno stand dell’Associazione Progetto Itaca che offre aiuto ai giovani che soffrono di disturbi mentali e svolgono attività a sostegno delle famiglie.

The New Generation Festival è anche formazione. Ḕ già iniziata infatti la Summer School, un corso intensivo di 10 giorni per aspiranti cantanti, con la presenza di insegnanti professionisti provenienti dai migliori conservatori UK e dalle scuole di formazione londinesi come Il National Opera Studio e il ROH Jette Parker Young Artists Programme. La scuola estiva permetterà agli studenti di seguire le lezioni e di partecipare a training di musica, Master classess pubblici, e workshop di psicologia. Tutti i partecipanti avranno modo di sperimentare un’esperienza unica e faranno parte del coro nei principali spettacoli di The New Generation Festival. Per informazioni: https://www.newgenerationfestival.org/it/2019

Ma la manifestazione non finisce qui. Da settembre partirà una stagione di concerti per solisti e gruppi di musica da camera, organizzata insieme all’associazione musicale Musica con le Ali. Si tratterà di un concerto al mese in vari luoghi della città ma anche a Andermatt in Svizzera insieme ai Berliner Philarmoniker.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here