Home FOCUS Paolo Lorenzi e Alessandro Giannessi agli ottavi di finale. Il numero uno...

Paolo Lorenzi e Alessandro Giannessi agli ottavi di finale. Il numero uno Kohlschreiber facile con Quinzi

160
0

SECDONDA GIORNATA

di Vezio Trifoni

Secondo turno della “Firenze Tennis Cup-Trofeo Toscana Aeroporti”, torneo challenger Atp dotato di un montepremi di 46.600 euro in svolgimento sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Firenze. Esordio positivo – direttamente al secondo turno – per Paolo Lorenzi (n.115 Atp), sesto favorito del seeding e reduce dal terzo turno agli Us Open e dalla finale persa a Biella con Gianluca Mager, che ha superato in rimonta, con il punteggio di 67(5) 61 62 il francese Elliot Benchetrit (n.206 Atp): il 37enne senese si giocherà un posto nei quarti con l’argentino Marco Trungelliti (n.205 Atp) lo scorso anno finalista al challenger di Firenze. “Ho buone sensazioni ed è sempre bello giocare davanti al pubblico di Firenze – dice Paolo Lorenzi – sarà una sfida non facile ma il campo è abbastanza veloce e questo per me è un vantaggio”. Ha centrato l’ingresso negli ottavi di finale anche Alessandro Giannessi (n.168 Atp), 16esima testa di serie, che ha liquidato per 63 60 il qualificato francese Jules Okala (n.381 Atp) e ora dovrà vedersela con il tedesco Philipp Kohlschreiber (n.80 Atp), primo favorito del torneo, che ha regolato con un doppio 62 Gianluigi Quinzi (n.359 Atp). “Ho giocato bene al di fuori dei primi game – spiega Giannessi – ora dovrò vedermela con un mostro sacro del tennis come Kohlschreiber ma cercherò di fare la mia partita” Niente da fare invece per Filippo Baldi (numero 155 Atp), tredicesima testa di serie, che si è ritirato per un problema fisico dopo aver perso il primo set 76(1) con lo slovacco Filip Horansky (n.177 Atp) che ora sfiderà lo spagnolo Mario Vilella Martinez che dopo aver perso il primo set con il numero due Martin Klizan 76 vince il secondo 63 e sull’1-0 l’avversario si ritira. Semaforo rosso anche per Lorenzo Giustino (n.144 Atp), nona testa di serie, che ha ceduto per 62 36 63 all’egiziano Mohamed Safwat (n.244 Atp). Scenderanno in campo giovedi mattina, per il secondo turno, Federico Gaio (n.156 Atp), dodicesima testa di serie, contro l’iberico Inigo Cervantes (n.756 Atp), in gara con il ranking protetto, e il secondo impegno di Enrico Dalla Valle (n.442 Atp), in tabellone con una wild card, che sfida il portoghese Pedro Sousa (n.124 Atp), settima testa di serie. Stesso discorso per il match fra Andrea Pellegrino (n.325 Atp) e il belga Kimmer Coppejans (n.163 Atp), 15esima testa di serie, e per il derby tricolore fra Stefano Napolitano (n.241 Atp) e Salvatore Caruso, numero 112 Atp e quarto favorito del seeding. Ingresso libero al Ct Firenze. (Vezio Trifoni)

 

 

 

PRIMA GIORNATA

 

Nel challenger “Trofeo Toscana Aeroporti” Lorenzo Musetti supera l’esame di francese e va al secondo turno. Esordio positivo anche per Brancaccio, Dalla Valle, Pellegrino e Quinzi, eliminati Zeppieri, Moroni, Balzerani, Bonadio e Arnaboldi. E’ convincente la prima uscita in riva all’Arno di Lorenzo Musetti (n.458 Atp), e già vincitore del Città di Firenze Under 18, in gara con una wild card: il 17enne di Carrara ha superato per 64 76(9) il francese Benjamin Bonzi (n.357 Atp), proveniente dalle qualificazioni, e sfiderà al secondo turno lo spagnolo Jaume Munar (n.99 Atp), terzo favorito del tabellone, reduce dalla semifinale a Biella. Stacca il pass per il secondo turno anche Andrea Pellegrino (n.325 Atp), regolando per 76(7) 63 lo svedese Markus Eriksson (n.282 Atp): il 22enne di Bisceglie si giocherà un posto negli ottavi con il belga Kimmer Coppejans (n.163 Atp), 15esima testa di serie. Parte con il piede giusto anche Raul Brancaccio (n.287 Atp), che s’impone per 76(7) 26 62 sullo slovacco Alex Molcan (n.332 Atp): il 22enne di Torre del Greco se la vedrà al secondo turno con lo spagnolo Pedro Martinez (n.154 Atp), decimo favorito del seeding. Avanza pure Enrico Dalla Valle (n.442 Atp), in tabellone con una wild card, che ha sconfitto per 61 63 lo sloveno Blaz Kavcic (n.270 Atp) “regalandosi” il confronto con il portoghese Pedro Sousa (n.124 Atp), settima testa di serie. Buona la prima anche per Gianluigi Quinzi (n.359 Atp), che sul 63 2-0 in suo favore ha avuto via libera per il ritiro del kazako Dmitry Popko (n.209 Atp): prossimo ostacolo per il 23enne di Porto San Giorgio sarà il tedesco Philipp Kohlschreiber (n.80 Atp), primo favorito del torneo. Niente da fare invece per Giulio Zeppieri (n.429 Atp), in gara con una wild card, che ha ceduto con un doppio 64 al francese Elliot Benchetrit, numero 206 Atp, prossimo avversario dunque di Paolo Lorenzi, numero 115 Atp e sesta testa di serie. Semaforo rosso anche per Gian Marco Moroni (n. 271 Atp), superato per 76(4) 76(3) dallo spagnolo Carlos Taberner (n.232 Atp), Riccardo Balzerani (n.477 Atp), ripescato come lucky loser, battuto 64 63 dall’iberico Javier Barranco Cosano (n.309 Atp), e per Andrea Arnaboldi (n.306 Atp), che ha alzato bandiera bianca per un problema fisico sul 61 2-0 in favore dello slovacco Filip Horansky (n.177 Atp): il 26enne di Piestany sarà l’avversario di Filippo Baldi, numero 155 Atp e tredicesima testa di serie. Stop al primo turno anche per Riccardo Bonadio (n.337 Atp), piegato per 26 75 62 dallo spagnolo Inigo Cervantes (n.756 Atp), in gara con il ranking protetto, contro il quale quindi esordirà al secondo turno Federico Gaio (n.156 Atp), dodicesima testa di serie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here