Home FOCUS Nardella vuole il People Mover dalla Foster a S.M.Novella. Perché non farlo...

Nardella vuole il People Mover dalla Foster a S.M.Novella. Perché non farlo dalla Fortezza a San Marco al posto del treno-tram?

186
0

Il comitato contro la Tav mette in rilievo in senso negativo la proposta avanzata da Nardella di collegare la Foster con S.M.Novella. SE il sindaco pensa ad un people mover per la Tav dovrebbe spiegare alla città perchè una struttura così leggera lungo via XXVII Aprile non sia economica, antinquinamento senza tante gettate di cemento distruggendo via Cavour e via Lamarmora abbracciando in una stretta demenziale la cattedrale di San Marco. Un people mover elettrico in superficie con costi contenuti senza aprire strade  e senza un treno lungo le strade del centro.

Questo significa voler bene alla città risparmiando soldi pubblici che pagano tutti i cittadini senza tener conto del bene estremo per la città 

La famigerata “Analisi Costi Benefici” sul progetto TAV dice sostanzialmente: è un progetto nato male, progettato male, si potevano fare scelte più intelligenti, ma ormai…
Ecco che la tattica dell’ormai delle maggioranze che si sono alternate negli enti locali toscani si la si vorrebbe imporre vincente; il sindaco Dario Nardella, sicuro ormai che i lavori per i tunnel devono cominciare, vuole il people mover proposto dalla famosa Analisi per collegare la stazione Foster a quella di Michelucci. Il sindaco non si rende conto che questa nuova piccola grande opera non è una promozione del sottoattraversamento, ma il tentativo di riparare all’errore urbanistico di voler fare una stazione per i treni a lunga percorrenza lontano del restante servizio ferroviario e defilata dal centro storico ambito dai viaggiatori e soprattutto dai turisti.
Insomma il people mover è una toppa messa su un progetto vecchio e invecchiato e tutto ci sarebbe fuori che gioire di questa proposta, ma piuttosto da vergognarsi di una politica delle infrastrutture totalmente scoordinata e senza alcuna pianificazione complessiva.
Se i soldi rimasti dal progetto di Passante TAV si investissero in progetti di superficie si avrebbero benefici molto più grandi e la possibilità di potenziare tutto il sistema ferroviario anche e soprattutto per alleggerire il traffico privato sulla città e rendere un po’ meno disagiata la vita dei pendolari.

 

Quantità: 47
Classe: 1
Aria condizionata: Presente
Numero posti in piedi: 110
Numero posti del personale: 1
Posizione di guida: Sinistra
Posti disabile: 1
Numero di porte: 4
Tipologia porte: Singola/doppia
Alimentazione: elettrico
taglia pneumatici: 315/60 R 22.5 495/45 R22.5

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here