Home FOCUS Crisi viola, Commisso conferma Montella. Ribery, lesione al collaterale della caviglia. In...

Crisi viola, Commisso conferma Montella. Ribery, lesione al collaterale della caviglia. In campo ad anno nuovo

113
0

Un periodo  da prendere con le molle perla Fiorentina con tre sconfitte di seguito e con l’infortunio di Ribery di sabato sera che costringerà il giocatore francese a stare assente dai campi fino alla sosta. Per quanto riguarda le sconfitte la piazza si è sollevata chiedendo la testa dell’allenatire Montella. Pronta la risposta di Commisso: “L’allenatore è Ok,lacolpa è  mia”

Infortunio di Ribery

Lesione tra il 1° e il 2° grado del legamento collaterale mediale della caviglia destra: è il verdetto degli accertamenti a cui è stato sottoposto oggi Franck Ribéry dopo l’infortunio riportato ieri durante la partita Fiorentina-Lecce.
L’attaccante francese si è fatto male nel finale del primo tempo dopo uno scontro di gioco con Tachtsidis e subito l’infortunio è apparso serio. Tanto che per lasciare il campo l’ex giocatore del Bayern Monaco ha dovuto sorreggersi ai medici. Attraverso una nota ufficiale il club viola ha fatto sapere che Ribèry ha già iniziato il protocollo terapeutico e le sue condizioni saranno rivalutate nei prossimi giorni: difficile al momento ipotizzare il rientro per i prossimi impegni di campionato contro Torino, Inter e Roma in programma prima dello stop per le festività natalizie.

Montella sul banco degli imputati

La cosa certa sul lavoro di Montella riguarda la mancanza di carattere della squadra che sembra scendere sempre in campo senza avere le idee chiare. Senza motivazioni di sorta. In queste ore ne abbiamo sentite di tutti i colori. Da notare l’assenza dei signori degli striscioni. Cosa sarebbe successo se al posto di Commisso ci fossero ancora i Della Valle? La città a fuoco? Boh.

Fra i commentatori delle vicende fra web e Tv locali si è cercato di buttare tutte le colpe sull’allenarore. E’ vero Montella non riesce a motivare i giocatori e forse neanche a dare schemi di gioco. Non è il solo colpevole fra operatori di mercato e dirigenti.

Senza prolungarsi facciamo un elenco di quello che non va da giugno ad oggi

1 Le squadre di Montella non giocano mai in verticale ma solo passaggio di piccolo raggio a centrocampo

2. Le altre squadre corrono la Viola va a rallentatore con nessuno che corre senza palla a coprire gli spazi liberi per facilitare il compagno in possesso di palla

3. Mai contrastare alto per mettere in difficoltà gli avversari

4 Se poi la squadra contrasta alto persa la palla nessuno rientra a coprire con velocità ma trottorellando. E CI FERMIAMI QUI

5 I bene informati affermano (chiedersi perché) che non si poteva fare di più durante la campagna acquisti estiva. Prendiamo per esempio un giocatore che doveva  venire a Fiorenze ROG del Napoli. E’ andato a Cagliari in un centrocampo con Cigarini e Nainggolan . In difesa è stato confermato con 10 milioni Pallegrini Luca. Noi abbiamo preso per 13 milioni Lirola Rog è costato 11 milioni. La Fiorentina ne ha spesi di più con Pulgar, Badely per non parlare del fantasma Pedro  (anche lui 13 milioni). Ma allora si poteva tenere Simeone.

QUI CI VUOLE UNA PROFONDA RIFLESSIONE SULLA GESTIONE DELLA SOCIETA’ SENZA TRALASCIARE CHE MONTELLA DOVUNQUE E’ ANDATO NON HA SUSCITATO ENTUSIASMI (SAMPDORIA, MILAN, SIVIGLIA)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here