Home MAGAZINE Le Case della Memoria a colloquio con Eike Schmidt

Le Case della Memoria a colloquio con Eike Schmidt

171
0

Esperti da tutta Europa a colloquio con il direttore degli Uffizi Eike Schmidt. L’incontro si è tenuto nell’ambito dell’incontro internazionale “L’Europa dei Grandi. Coordinamento europeo delle Case della Memoria”, promossa dall’Associazione Nazionale Case della Memoria in collaborazione e con il contributo del Comune di Vinci. Un’iniziativa pensata per rafforzare la collaborazione tra le realtà europee e favorire la conoscenza e l’attrattività delle case museo. Per l’occasione, Adriano Rigoli e Marco Capaccioli presidente e vicepresidente dell’Associazione Nazionale case della Memoria hanno accompagnato i rappresentanti di associazioni omologhe e di case museo di Russia, Spagna, Olanda, Croazia, Francia e Portogallo in una visita agli Uffizi, anticipata da un incontro con il direttore Eike Schmidt.

«La conservazione della memoria dei personaggi e degli eventi è importante perché questi sono parte della nostra identità – ha detto Eike Schmidt accogliendo i rappresentanti delle case museo europee –. Anche noi abbiamo promosso due iniziative per la memoria di due eventi che, seppur tragici, hanno segnato la storia di Firenze. I memoriali, che si terranno nel 2021, sono dedicati al bombardamento di Firenze durante la Seconda Guerra Mondiale e alla strage dei Georgofili del 1993. Credo che sia importante anche quello che state facendo – ha aggiunto Schmidt -: fare rete per valorizzare le vostre realtà è un modo rinnovarsi e restare in linea con le esigenze dei visitatori che sono sempre in divenire, promuovendo un turismo di qualità che superi l’approccio mordi e fuggi». Un’attitudine che ha caratterizzato il direttore degli Uffizi fin dal suo insediamento.

Erano presenti Galina Alekseeva presidente dell’Iclcm (International Committee for Literary and Composers’ Museums) e direttrice del Dipartimento Ricerche Accademiche, Museo-Tenuta Leo Tolstoy Museum-Estate Yasnaya Polyana (Russia); Cecilia Casas Desantes conservatrice del Cerralbo Museum (Madrid, Spagna); Ibon Arbaiza presidente Acamfe (Associazione di Case Museo e Fondazioni di Scrittori, Spagna e Portogallo); Nadia Kulakova del Museo Griboedov di Khmelita (Russia).

E ancora Alain Tourneux, presidente della Federazione nazionale delle case di scrittori e del patrimonio letterario (Francia); Yuriy Komlev del Museo regionale delle belle arti di Orenburg (Russia); Galina Belonovich vice direttore per il lavoro scientifico del Memoriale statale e del Museo musicale di Ciajkovskij (Russia); Jurn A.W. Buisman del Museo Geelvinck Hinlopen Huis di Amsterdam (Olanda); Vesna Delic´Gozze, direttrice del Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Dubrovnik (Croazia); Dimitri Bak, del Museo Letterario statale Vladimir Dahl e dell’Associazione  dei Musei Letterari dell’Unione dei musei russi (Russia).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here