Home FIORENTINA Fiorentina – Roma: altra serata da incubo. Le nostre pagelle

Fiorentina – Roma: altra serata da incubo. Le nostre pagelle

152
0

di Tommaso Giacomelli

Un altro scempio al Franchi, un’altra squadra corsara, che rifila ben 4 gol ai malcapitati viola. La Roma passeggia sulla carcassa della Fiorentina e adesso la situazione si fa tragica. Il destino di Montella è segnato, ironia della sorte proprio contro la sua Roma, la squadra più importante della sua carriera da giocatore. La classifica adesso piange, l’incubo della B si fa molto più reale e tutta la struttura societaria trema al pensiero di una stagione da incubo. La Roma fa il bello e il cattivo tempo realizzando quattro reti con la complicità della difesa Viola, con Dzeko al 19′, Kolarov al 21′, Pellegrini al 73′ e Zaniolo all’88. Il gol delle vane speranze è stato siglato da Badelj al 34′. Chissà cosa sarà di questa stagione, intanto bisogna annoverare un’altra partita da incubo.

LE PAGELLE DI FIORENTINA – ROMA

Dragowski 5: la Fiorentina prende 4 gol su 4 tiri in porta, il portiere polacco non si oppone nel migliore dei modo contro le conclusioni dei giallorossi. Specialmente il gol di Pellegrini è quello in cui poteva fare di più.

Milenkovic 5,5: forse il migliore del reparto difensivo, contiene bene Perotti, anche se comunque la squadra viola naufraga nella serata del Franchi.

Pezzella 4,5: balla tutta la sera, ha sulla coscienza il primo gol di Dzeko, compie il fallo che porta al gol di Kolarov e lascia troppo spazio a Zaniolo nell’occasione del 4 -1. Da dimenticare.

Caceres 5: alterna grandi interventi ad amnesie assurde. Nella ripresa crolla come tutta la squadra.

Lirola 6: una partita onesta la sua, la Roma non sfonda nella corsia di competenza. In fase offensiva si vede poco, ma quando esce sul 3 a 1 per lasciare spazio a Sottil, la Roma fa un sol boccone della Fiorentina. (Dal 83′ Sottil SV).

Badelj 5,5: segna un gol con freddezza che poteva riaprire la partita. Partita ordinata nel primo tempo, nel secondo crolla insieme a una squadra spenta e senz’anima.

Pulgar 5: dura circa venti minuti, e si conferma uno dei peggiori in questo periodo sciagurato della Fiorentina. Una partita scialba e senza cuore.

Castrovilli 5,5: nel primo tempo è un assente ingiustificato, nella seconda frazione di gara si accende con una grande progressione, ma è l’unico guizzo della serata. Non è al meglio e si vede. (Dal 83′ Eysseric SV).

Dalbert 5: non gioca male, ma il suo sbagliato posizionamento sul primo gol e la pessima interpretazione sul quarto sono un peso che abbassa notevolmente la sua valutazione complessiva.

Vlahovic 6: lotta contro una difesa agguerrita. Non sempre preciso, ma dà la sensazione di poter essere in grado di creare qualche grattacapo agli avversari. Non è uno dei responsabili di questo naufragio.

Boateng 5,5: prova tante sponde e gioca spesso la palla sugli esterni per allargare il gioco. Esce e la Fiorentina peggiora, lasciando spazio a Pedro. (Dal 66′ Pedro 5: si conferma un oggetto misterioso).

All. Vincenzo Montella 4: siamo ai titoli di coda, stavolta il credito è esaurito. Un’altra pesante sconfitta in casa, una squadra che fisicamente e mentalmente è a terra. Un naufragio in cui lui come guida ha una responsabilità notevole. Ma non è certamente l’unico colpevole di questo disastro a tinte viola.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here