Home Focus Quale sarà il modulo di Iachini? Ne esiste uno solo: far capire...

Quale sarà il modulo di Iachini? Ne esiste uno solo: far capire ai giocatori di dover correre, correre e ancora correre

291
0

di Piero Campani

“Sabato 28 dicembre, alle ore 16:30, all’interno della Sala stampa “Manuela Righini” dello Stadio “Artemio Franchi”, si terrà la conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore della Fiorentina, Mister Giuseppe Iachini“.

Questo il comunicato della Fiorentina per annunciare che da oggi sabato 28 inizia la seconda storia di Iachini nella città di Dante. Molta la curiosità sulle dichiarazioni del nuovo allenatore che ha strappato un contratto di 18 mesi con la società di Comisso pronto a sganciare una penale se il rapporto con “Beppe” si interromperà prima del previsto.

Insomma un contratto con una ipotesi chiarissima nei confronti di Iachini. “Noi puntiamo su te per uscire nella situazione dove ci ha portato Montella poi se vogliamo puntare in alto pensiamo ad altro” Non è certamente un modo simpatico per iniziare un rapporto di lavoro. Un titolo potrebbe essere “Iachini a tempo per salvare la Fiorentina… poi si vedrà”

Ha fatto bene il manager dell’allenatore a coprirsi le spalle.

L’IMPORTANTE E’ CORRERE, SEMPRE DAL 1 ° AL 90° MINUTO. CON MONTELLA LA SQUADRA PASSEGGIAVA 

Non l’abbiamo detto noi ma un grande, anzi grandissimo ex viola quando si parlava di correre di magiare il fuoco. L’ha detto Ennio Pellegrini che in fatto mordere le caviglie agli avversari non è stato certamente l’ultimo.  Cosa mai vista in tanti anni di Montellite in riva all’Arno

Intanto i grandi pensatori che girano costantemente interno alla squadra viola hanno subito iniziato a chiedersi con che modulo scenderà in campo la nuova Fiorentina 3-5-2 oppure 4-5-1 ancora 4-3-2-1. Chi più ne ha più ne metta. Come ha più volte detto un grande allenatore queste formule servono a chi vuol far vedere di essere assistente dei tecnico. “Basta spostare un giocatore quando la squadra è in campo che cambia tutto”.

Non importa focalizzarsi sui numeri dei moduli. L’importante è CORRERE, CORRERE E ANCORA CORRERE  che nell’ultima gestione dell’aeroplanino è stato visto solo contro la Juventus al Franchi. Poi passeggiate come fossero con le moglie a guardare le vetrine in centro. Possibile che i dirigenti della Fiorentina non si siano accorti di tutto questo? Mai attaccare gli avversari alti, mai correre senza palla a cercare spazi liberi per facilitare gli inserimenti inverticale.

TROPPI ERRORI DELLA SOCIETA’

  1. Campagna sbagliata. Il Cagliari si è aggiudicato Rox con una cifra intorno a 10milioni, Di Lorenzo oggi in nazionale al Napoli è costato la stessa cifra. Però si è preso Lirola per 13 milioni. Pedro? Avevamo bisogno di un attaccante pronto.
  2. Ribery. Grande atleta, grande personaggio ma doveva essere l’uomo in più per età e per i guai alle caviglie già patiti in Germania. Qualcuno a Pradè doveva ricordare Gomez e Rossi. Con Ribery siamo alla stessa musica.
  3. Commisso-Barone, Inesperti e certamente troppo onesti intellettualmente per gestire una squadra nel calcio italiano.L’intervento di sostituzione di Montella andava fatto dopo la sconfitta interna con il Lecce quando si è capito che la squadra non rispondeva più.
  4. Ma dove sono GRANDI CONSIGLIERI CON TANTO DI ESPERIENZA NEL CALCIO?  ECCO LA STORIA DI UNA FIORENTINA TARGATA USA SUL LIMITE DEL BARATRO

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here