Home Starbene / Gusto Ego Circus, il tour di 4 mesi nei cocktail bar fiorentini

Ego Circus, il tour di 4 mesi nei cocktail bar fiorentini

918
0

Ḕ iniziato lo scorso 18 dicembre al Bar Empireo dell’Hotel Plaza Lucchesi di Firenze il tour di quattro mesi di Ego Circus, quest’anno alla seconda edizione, che terminerà il 6 aprile

e che unisce barman fiorentini, italiani e internazionali tra i più talentuosi. La manifestazione, nata e cresciuta grazie all’impegno imperterrito del suo ideatore Gabriele Frongia, è una sorta di circo della mixology, dove i barman possono esprimere la loro arte in un gioco di contaminazioni e suggestioni durante delle serate itineranti.

Partendo proprio dal Bar Empireo dell’Hotel Plaza Lucchesi di Firenze (Lungarno della Zecca, 38), che sarà il punto fermo di ogni serata e arrivando dietro i banconi dei bar iconici della città, gli artisti dello shaker, durante i 13 appuntamenti, sono chiamati a mettere in mostra le proprie doti e la propria bar philosophy.

Ogni sera si potranno assaggiare i drink di tre barman (uno dei quali guest barman, proveniente da un prestigioso locale nazionale) impegnati in un lavoro “spalla a spalla”.

Dalle 18,30 alle 20,30 il guest barman affiancherà il barman residente di Empireo. La seconda parte della serata, dalle 22 alle 24, si sposterà in un altro bar fiorentino per affiancare il suo head bartender residente.

Gabriele Frongia ideatore di Ego Circus

“Ego Circus si evolve seguendo la corrente che sta portando sempre più sovente Firenze al centro del panorama nazionale della mixology – afferma l’ideatore di questa speciale iniziativa Gabriele Frongia – quest’anno infatti ha il piacere di ospitare 3 barman internazionali, ovvero Ego Academy e 10 Barman di altrettante città Italiane. Da Torino a Napoli passando per Milano, Bassano del Grappa, Genova, Reggio Emilia, Roma e Sorrento”.

Ecco di seguito alcuni dei nomi dei protagonisti della mixology italiana, che arricchiscono questa seconda edizione, accanto ai grandi bartender fiorentini: da Maurizio Zanni (Antiquario, Napoli) a Giulio Tabaletti (Gradisca, Genova), da Mario Farulla (Baccano, Roma) a Yuri Gelmini (Surfer’s Garden, Milano) e molti altri, che presenzieranno ad una delle serate, per presentare ad un nuovo pubblico i loro talenti e le loro creazioni.

Ogni appuntamento rappresenta una speciale opportunità: scoprire veri e propri artisti della miscelazione in trasferta e assaggiarne la cocktails list e, perché no, conoscere nuovi locali fiorentini. Un’occasione stimolante non solo per i bartender protagonisti di questa rassegna, che hanno la possibilità di scambiare le proprie conoscenze, ma anche per appassionati e addetti ai lavori.

Rasputin

Le serate di Ego Circus sono aperte al pubblico e non hanno prenotazione obbligatoria. Il costo varia rispetto ai prezzi delle consumazioni del locale e alla tipologia del drink ordinato. Gli orari delle due parti della serata sono: 18,30-20,30 (Plaza Hotel Lucchesi) 22,00-24,00 (presso l’altro locale fiorentino).

Novità di questa seconda edizione è, Ego Academy: tre masterclass con barman internazionali provenienti da alcuni dei locali più importanti del mondo: Benfiddich a Tokyo, Delicatessen a Mosca e 28 Hong Kong Street a Singapore, che raccontano e rappresentano un approccio innovativo della mixology. Il primo Night Shift si terrà al Rasputin, gli altri due presso l’Hotel Plaza Lucchesi.

Le masterclass pomeridiane (dalle 14,30, durata 2 ore) saranno a pagamento e a numero chiuso (prenotazione: fb.lucchesi@toflorence.it ). Il costo di ognuna è di 40,00€ a persona ed include un piccolo aperitivo con i prodotti che sponsorizzano la manifestazione ed un free drink per il night shift che si terrà la sera stessa.

Per il 2020 la prossima data sarà il 13 gennaio con la Master Class di Singapore per poi proseguire lunedì 20 gennaio con Maurizio Zanni dell’Antiquario di Napoli, finirà la serata al Rasputin. E il 27 gennaio sarà il turno di Giulio Tabaletti del Gradisca Cafè di Genova che si troverà sul finale allo storico Rex.

Febbraio inizia il 3 con Mauro Uva della Fucina del bere, Università del Bartending e della Grappa che porterà le sue creazioni al Dome, per poi arrivare al 10 alla Masterclass di Mosca con Ivan Semchenko. Febbraio termina il 24 con una donna: Marella Batkovic de Il Bistrotto di Genova, che si presenta a Ditta Artigianale di Via dello Sprone.

Marzo si apre il 2 con Samuele Campanini del Jiggers di Reggio Emilia che finirà la serata presso l’Habitat. Poi il 9 con la seconda figura femminile dell’evento: Solomyia Grytsyshyn del Chorus Cafè, di Roma, che sarà al Love Craft. Il 16 Mario Farulla del Baccano di Roma al Mad, il 23 Marco Riccetti di Inside di Torino, a La Menagere e infine, Yuri Gelmini del Surfer’s Garden di Milano presso l’Atrium Bar del Four Seasons. Chiuderà la manifestazione, il 6 aprile, Sossio Del Prete dello Shub di Sorrento dietro al bancone del Caffè Paszkowski.”

Infine, è importante sottolineare come ciascun locale fiorentino partecipante si sia impegnato a creare un drink analcolico, così da ricordare, e non lo è mai abbastanza, quanto sia importante non abusare dell’alcol.

La selezione di cocktail analcolici, presentati al Plaza Lucchesi, saranno somministrati a titolo gratuito alle persone che a fine serata decideranno di guidare. A questo proposito, Ego Circus si avvale della preziosa collaborazione con l’Associazione Onlus Generazione Contatti, con cui sarà organizzata una giornata dedicata ai giovani, grazie al progetto “Testa di Alkol”, per sensibilizzare sui temi riguardanti l’abuso di alcolici, ma anche per promuovere un consumo qualitativo di alcolici e sottolineare quanto il bere bene sia parte integrante del bere responsabile.

Questa edizione di Ego Circus ha il patrocinio di Regione Toscana e del Comune di Firenze, inclusa la giornata in collaborazione con l’Associazione Generazione Contatti.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here