Home FIORENTINA La Fiorentina espugna Napoli, un 2 a 0 che sa di capolavoro....

La Fiorentina espugna Napoli, un 2 a 0 che sa di capolavoro. Le nostre pagelle

Avatar
279
0

di Tommaso Giacomelli

Si chiude una settimana da sogno per la Fiorentina, che conquista tre vittorie in sette giorni. Dopo il successo di misura con la Spal, è arrivato il 2 a 1 con l’Atalanta di Coppa Italia e adesso la straordinaria vittoria al San Paolo di Napoli. Iachini ha ribaltato come un calzino gli undici Viola, dando un’anima e una compattezza alla squadra che mancavano da tempo. La Fiorentina ha corso di più e meglio degli avversari, è stata compatta e veloce, sempre pronta ad infilzare la statica difesa del Napoli. In terra campana i gigliati hanno incantato anche dal punto vista del gioco, con giocate di tecnica e di forza. Il vantaggio è arrivato nel primo tempo con un ritrovato Chiesa, che in area di rigore trafigge Ospina con un colpo da biliardo al 26′. La Fiorentina rischia di subire il pareggio con un colpo di testa di Callejon, ma lo spagnolo conclude a lato di Dragowski. Nella ripresa Insigne coglie un palo, ma è Vlahovic a fare il colpo del ko con un sinistro a giro sul secondo palo al 74‘. La Fiorentina gioca unita e da squadra, qualcosa è cambiato.

LE PAGELLE DI NAPOLI – FIORENTINA

Dragowski 6,5: pronti via e si deve superare sulla spaccata di Milik, da qui il portiere polacco non deve più sporcarsi i guantoni. Sulle conclusioni di Zielinski, Callejon e Insigne è spettatore.

Milenkovic 6,5: ha subito la possibilità di portare in vantaggio la Fiorentina, ma il suo pallone è troppo centrale. Deve badare alla copertura su Insigne ed è molto efficace.

Pezzella 6,5: il capitano è autore di un’ottima partita, tenendo a bada con un’ottima marcatura un cliente scomodo come Milik.

Caceres 6: non il migliore del reparto, ma solo perché in un paio di occasioni Callejon riesce ad anticiparlo. Ma ci mette la consueta grinta e caparbietà.

Lirola 7: ottime le sortite offensiva dello spagnolo sulla fascia destra, andando spesso in sovrapposizione. Complice con Milenkovic, tiene in osservazione Insigne. Sforna l’assist per il secondo gol.

Benassi 6,5: sembra un giocatore ritrovato, che partecipa anche maggiormente nella manovra della squadra. Prova anche a realizzare un gol con un bel tiro dalla distanza.

Pulgar 6,5: una delle prestazioni migliori del cileno in cabina di regia, aiutato dai due partner di centrocampo più dinamici, come Benassi e Castrovilli. Bella la sua impostazione sul campo di Napoli.

Castrovilli 7,5: ormai non è più una sorpresa, Castrovilli incanta per la sua corsa e per la sua classe purissima. Salta l’uomo e sbaglia davvero pochi palloni, difficile chiedere di più.

Dalbert 6: costretto più alla fase difensiva che a quella offensiva, il brasiliano non demerita, ma sicuramente è uno dei meno brillanti degli undici in campo. (Dall’87’ Ceccherini SV).

Chiesa 7,5: finalmente ritrova il sorriso e anche sul campo si vede un giocatore diverso. Ritorna al gol dopo molto tempo e lo sfiora anche in altre due occasioni. Uno dei più pericolosi nell’arco di tutta la partita.

Cutrone 6,5: lotta su ogni pallone, ci mette fisico e grinta. Gioca spesso sul filo del fuorigioco e troverebbe anche il gol con un gran destro, annullato per fuorigioco. (Dal 68′ Vlahovic 7:si brucia Luperto con grande velocità e pennella un sinistro a giro che spacca la porta).

All. Giuseppe Iachini 7,5: si era presentato dicendo di non avere la bacchetta magica, ma in realtà le magie le ha già fatte. Giocatori col sorriso, che corrono e lottano su ogni pallone. Una Fiorentina ritrovata e pure spumeggiante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui