Home Senza categoria Omaggio alla tomba di Lorenzo Bartolini a Firenze

Omaggio alla tomba di Lorenzo Bartolini a Firenze

58
0

Un omaggio alla tomba del grande artista Lorenzo Bartolini, custodita a Firenze nella cappella dei Pittori o di San Luca dell’Accademia delle Arti e del Disegno della Basilica della Santissima Annunziata. Il sindaco di Vaiano, Primo Bosi, la presidente dell’Accademia delle Arti e del Disegno di Firenze Cristina Acidini, insieme al presidente Adriano Rigoli e al vicepresidente Marco Capaccioli dell’Associazione Nazionale Case della Memoria questa mattina hanno visitato la tomba e deposto una corona d’alloro proprio nel giorno del 170esimo anniversario della morte dell’artista, nato a Savignano (Vaiano).

“Questa iniziativa fa parte delle celebrazioni per il mese dedicato a Lorenzo Bartolini, un grandissimo artista e anche un figlio della Val di Bisenzio – spiega il sindaco Bosi – Il Comune è impegnato a promuovere la figura e le opere di Bartolini, a partire dalla casa che gli diede i natali”.

“Sono particolarmente lieta di questo evento – commenta Cristina Acidini, presidente dell’Accademia delle Arti e del Disegno – Bartolini fu un grande artista internazionale, cosa certo non scontata nella Firenze e Toscana della sua epoca, in un’Italia ancora lontana dall’unità. Memorabili e rivoluzionarie certe sue scelte, come quella di portare in aula un modello gobbo. Dalla sua formazione l’Accademia prese un impulso straordinario che si rifletté in generazioni e generazioni di artisti. Si può dire che l’Accademia moderna nasca proprio sotto il magistero di Bartolini”.

“Credo sia la prima volta che il Comune di Vaiano rende omaggio ufficiale alla tomba di un artista che è anche un vero figlio della Val di Bisenzio – aggiunge Rigoli – Nel borgo di Savignano oggi è visitabile la sua casa natale che fa parte fin dall’inizio della rete italiana dell’Associazione Case della Memoria”.

“L’anniversario è un’occasione per valorizzare l’importanza che i grandi personaggi come Bartolini hanno avuto nel panorama culturale internazionale – conclude Marco Capaccioli – Il nostro obiettivo è tramandare alle nuove generazioni il significato e il valore che questi hanno avuto e continueranno ad avere in futuro”.

Intanto alla Badia di Vaiano è aperta fino al 2 febbraio (sabato 16-19, domenica 10-12/16-19) la mostra Bartolini e il suo tempo, che comprende una serie di cimeli prestati dalla Casa Museo Fagnani Pani di Rimini. Domenica 26 gennaio a Vaiano, dalle 10 alle 17, è prevista la Giornata dei luoghi del Bartolini, visite guidate e animate a cura dell’istituto comprensivo Lorenzo Bartolini alla casa natale, alla Chiesa dei SS. Andrea e Donato a Savignano, alla Pieve dei SS. Vito e Modesto a Sofignano e al Museo della Badia di Vaiano (bus navetta gratuito, da piazza Agnolo Firenzuola con partenza ogni 30 minuti). Infine sabato 1 febbraio alle 15 visita guidata al Museo di Palazzo Pretorio di Prato, che conserva gessi, sculture e disegni di Lorenzo Bartolini (ingresso gratuito, contributo di 2 euro per la visita, su prenotazione).

Il progetto del mese dedicato a Bartolini è promosso dal Comune di Vaiano con il Museo della Badia – Casa Agnolo Firenzuola e Casa Lorenzo Bartolini di Savignano inserite nell’Associazione nazionale Case della Memoria.

Per info e prenotazioni 328.7550630 oppure adriano.rigoli@gmail.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here