Home FIORENTINA Fiorentina e Genoa non vanno oltre lo 0 a 0. Dragowski eroe...

Fiorentina e Genoa non vanno oltre lo 0 a 0. Dragowski eroe di giornata. Le nostre pagelle

380
0

di Tommaso Giacomelli

La Fiorentina fa alcuni passi indietro rispetto alle ultime uscite, il Genoa si è dimostrato un avversario tenace e agguerrito, pronto a rispondere in contropiede alle iniziative dei Viola. La squadra genoana si è affacciata poche volte nell’area di rigore avversaria, ma ogni volta ha fatto male, come quando Pezzella stende Favilli dopo 10′. Sul dischetto si presenta Criscito che viene ipnotizzato da Dragowski, che sarà il grande protagonista della serata. La Fiorentina ci prova, prende una traversa con Milenkovic, ma non riesce mai a battere Perin. Anche Chiesa ed Eysseric tentano di bucare il portiere rossoblu, ma senza esito. Nel frattempo Dragowski salva il risultato parando l’impossibile, con tre interventi che valgono da soli il prezzo del biglietto, specialmente l’uscita spericolata sul lanciato Pinamonti. Un pareggio che muove la classifica, ma che blocca l’entusiasmo degli ultimi giorni.

LE PAGELLE DI FIORENTINA – GENOA

Dragowski 8,5: eroe del giorno, para un rigore e respinge ogni pallone che viene calciato verso la porta. Le sue parate sono provvidenziali e se la Fiorentina non capitola, il merito è tutto suo. Supereroe.

Milenkovic 6,5: pronti via e il giovane serbo prende una traversa con un’imperiosa zuccata. Imposta spesso l’azione dalla retroguardia ed è sicuro anche con la palla tra i piedi. Peccato per l’ammonizione che gli costa l’assenza contro la Juventus.

Pezzella 4,5: smarrito, spaesato, sbaglia spesso i tempi dell’intervento. Sciagurato il fallo da rigore su Favilli nel primo tempo. Il capitano impatta in un’altra giornata decisamente negativa.

Caceres 5,5: quanti errori in fase di impostazione, il pallone tra i suoi piedi scotta ed è troppo impreciso. Brutta comunicazione con il collega Venuti. Da rivedere.

Lirola 6,5: straordinario sulla fascia destra, impressiona per la facilità di corsa e per la precisione al cross. Un’altra partita molto positiva, è uno di coloro che ha beneficiato di più della cura Iachini.

Benassi 5,5: lento e impacciato, con la palla tra i piedi rallenta l’azione, non ha una grande visione di gioco e pecca in lucidità. Rimandato, un passo indietro rispetto alle ultime uscite.

Pulgar 6: si limita al compitino in impostazione e come di consueto si occupa di ogni calcio piazzato a disposizione. Ottimo però il suo lavoro di copertura in zona centrale.

Castrovilli 6,5: parte fortissimo nel primo tempo con le sue consuete azioni palla al piede, con giocate di classe e visione di gioco ottimale. Nel secondo tempo si sente male ed esce dal campo. (Dal 65′ Eysseric 6: chi si rivede, prova a battere Perin con un paio di tiri).

Venuti 5: ha la scusante di giocare fuori ruolo per sostituire Dalbert, ma Venuti è sembrato realmente un pesce fuor d’acqua. Pessima comunicazione coi compagni, nella ripresa crolla anche dal punto di vista fisico. (Dall’82 Maxi Olivera 6,5: salva il risultato con un intervento in area su Sanabria).

Chiesa 6,5: un giocatore positivo, alcune giocate sono di alto livello, specialmente gli strappi che mettono in crisi la difesa genoana. Come spesso gli succede, è troppo impreciso sotto porta.

Cutrone 6: più statico rispetto alle precedenti versioni, lotta spesso e prova anche a bucare la rete con un bel diagonale al volo. (Dal 59′ Vlahovic 6: fa la guerra con tutti, ha i mezzi tecnici e fisici per dominare).

All. Giuseppe Iachini 5,5: squadra che subisce troppo i contropiedi avversari, gli undici viola sono meno corti e compatti, troppo scollacciati i reparti e questo ha portato non pochi rischi alla causa. Un passo indietro rispetto alle ultime partite.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here