Home Starbene / Gusto Riapre il ristorante L’Asinello con il servizio di asporto Donkey Away

Riapre il ristorante L’Asinello con il servizio di asporto Donkey Away

301
0

di Elisabetta Failla

Era il 2011 quando Senio Venturi e sua moglie Elisa Bianchino aprirono il ristornate L’Asinello Villa a Sesta, un piccolo borgo nel cuore del Chianti vicino Castelnuovo Berardenga. Un luogo felice per la ristorazione visto che nel  2019 la Guida Michelin ha inserito L’Asinello fra i ristoranti stellati della Toscana, conferendogli una stella michelin. Così Villa a Sesta è diventato un paese con 60 abitanti e due ristoranti stellati.

Senio Venturi e Elisa Bianchini (photo Andrea Di Lorenzo)

“L’Asinello è la nostra casa. Siamo arrivati a Villa a Sesta per caso, dopo aver girato e lavorato in vari ristoranti importanti Italiani”. Racconta Senio. “Aprire qua è stata una scelta di cuore. Io e mia moglie Elisa ci siamo innamorati della struttura e abbiamo deciso – forse anche con un velo di incoscienza – che questo sarebbe diventato il nostro mondo”.

Il menu è composto da piatti di Senio che presentano elementi della memoria senese, con spunti contemporanei che portano il palato fuori dai classici schemi di un ristorante della tradizione, proiettandolo verso una studiata cucina d’autore.

Dopo due mesi di chiusura forzata dovuta al lockdown, Senio e Elisa, insieme alla loro brigata d cucina, hanno deciso di riaprire il ristorante organizzando il servizio di asporto. Dallo scorso 5 maggio infatti sarà possibile ordinare i piatti previsti da quattro menu studiati da Senio Venturi abbinati ad una piccola selezione di vini scelti da Elisa Bianchini.

Il giardin (photo Dario Garofalo)

“In questi due mesi di lock down abbiamo riflettuto molto sul nostro futuro. Quando sarà possibile riaprire il nostro Asinello potremmo offrire ai clienti uno spazio esterno riservato e areato allo stesso tempo, abbiamo un bel giardino verde che ci permetterà di far accomodare tutti fuori, alla debita distanza stabilita dai decreti che stanno uscendo – spiega  Elisa Bianchini – I nostri clienti ci sono stati vicini in questi 60 giorni, dopo aver visto slittata la riapertura delle attività abbiamo però pensato che fosse arrivato il momento di creare il servizio DONKEY AWAY, una novità per noi, legata a filo diretto alla nostra filosofia e quindi simpatica, passionale e spontanea, come i piatti di Senio”.

Le cucine dell’Asinello hanno ripreso a lavorare, rispettando tutte le direttive vigenti. Con un’offerta per la cena dal lunedì alla domenica e per il pranzo nelle giornate di sabato e domenica. È  possibile ordinare entro le 12.00 del giorno precedente mandando un messaggio su Whatsapp al numero 333.6738716 oppure scrivendo una mail a info@asinelloristorante.it e ritirare solo su appuntamento dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 17:00 alle 19:00. Inoltre il venerdì e il sabato è previsto il Delivery su Siena.

Pici_ tirati a mano, trippa, aglio, olio e peperoncino (photo Andrea Di Lorenzo)

“Ho voluto creare 3 menu diversi fra loro, per divertirmi a creare un’interazione con i miei clienti. – racconta Senio Venturi – Tre menu a 40 euro che si differenziano in base al coinvolgimento in cucina di chi ordina. E quindi EASY, con tutto già pronto, CELAFO’ con poche e veloci indicazioni per completare i piatti a casa e OGGI CHEF per permettere a tutti di essere uno chef almeno per un giorno. Poi il MENU TADÀN a 10 euro, pensato per i bambini, visto che molti dei nostri ospiti sono giovani famiglie.” E per chi vuole anche una bottiglia da poter abbinare al suo menu, Elisa ha pensato a una breve carta dei vini con rossi, bianche e bolle della zona e non solo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here