Home Starbene / Gusto Successo dei concorrenti fiorentini alla XXVIII edizione di A tavola sulla spiaggia

Successo dei concorrenti fiorentini alla XXVIII edizione di A tavola sulla spiaggia

150
0

di Elisabetta Failla

È mancato il pathos del pubblico ma non certo l’entusiasmo, la passione degli organizzatori, dei giurati e dei concorrenti a questa XXVIII edizione di A tavola sulla spiaggia che, per motivi di sicurezza anti Covid-19, si è preferito realizzare “a porte chiuse”. In una location comunque di grande fascino e di ineccepibile valore storico come la Capannina di Franceschi che giusto oggi festeggia i suoi 91 anni di vita. Gherardo e Carla Guidi sono particolarmente soddisfatti del successo di questa edizione che in condizioni normali avrebbe dovuto svolgersi nel loro bagno di Roma Levante. “È stato un bellissimo evento – dicono – in una location come la Capannina che ha accolto con piacere organizzatori e partecipanti di una manifestazione in cui la nostra famiglia ha creduto sin dalla prima edizione. Un appuntamento di qualità, che mette in risalto le eccellenze della Versilia in piena stagione turistica e valorizza il settore della cucina così popolare e importante nell’ambito economico e promozionale dell’intero Paese”.

Elena Beconi, vincitrice della XXVIII edizione di A tavola sulla spiaggia

E nonostante la vittoria sia andata alla pratese Elena Beconi con il suo Crostino con caponatina leggera e triglia marinata all’acidulato di umeboshi abbinato ad un vino di Maremma, Cobalto dell’azienda Val delle Rose, alla quale il presidente del Consiglio Comunale di Forte dei Marmi Fabio Giannotti ha consegnato lo “scolapasta d’oro” creato da Petruzzi&Branca di Brescia, i concorrenti fiorentini si sono comunque distinti nel tradizionale contest gastronomico ideato e organizzato da Gianni Mercatali.

Chiara Mascellani e Donatella Mascalchi, la prima collaboratrice di un’agenzia di eventi e Donatella e restauratrice di tessuti antichi la seconda, hanno vinto il Primo Premio Categoria Antipasti grazie al loro crostone alla Brancaleone abbinato a La Pettegola di Banfi. A loro è andato il Premio La Toraia, consistente in un weekend presso l’azienda agricola in Val di Chiana Tenuta La Fratta, e il Premio Ristorante Bistrot di Forte dei Marmi.

Paola Fagiolini e Francesco Salesia

Il Primo Premio Categoria Primi Piatti è stato vinto dall’avvocato fiorentino Francesco Salesia, che è anche il presidente di Progetto Itaca Firenze ONLUS, insieme a sua moglie Paola Fagiolini, anche lei avvocato, che hanno presentato in concorso panzanella croccante ai sapori del Mediterraneo abbinata a Franciacorta Bellavista Alma non Dosato. Il Progetto Itaca Firenze ONLUS è l’associazione di volontari nata a Milano nel 1999 da Ghughi Radice Fossati Orlando impegnata a contrastare lo stigma della malattia mentale e a aiutare coloro che ne soffrono alla loro re- inclusione sociale attraverso attività di comunicazione, formazione e assistenza in particolare attraverso i Club Itaca attivi in più di dieci regioni italiane. Ai concorrenti è stato consegnato il Premio il Forchettiere, con la motivazione che il loro piatto meglio si prestava ad essere “inforchettato”, e il Premio Ristorante La Magnolia dell’Hotel Byron di Forte dei Marmi.

Eleonora Bechi

Ultima, ma non per questo non meno importante, la vittoria della concorrente fiorentina Eleonora Bechi. Non solo si è aggiudicata il Primo Premio Categoria Secondi Piatti, ma è anche la più giovane concorrente di questa edizione. Dopo aver superato brillantemente l’esame di maturità, Eleonora ha voluto cimentarsi in questa gara presentando le zucchine ripiene in parmigiana abbinate a Campanaio di Podere Monastero. Un piatto molto apprezzato presentato con la grazie e la freschezza di questa bella ragazza che sta studiando per i test di ingresso universitari. A lei sono stati consegnati il Premio Fipe – Confcommercio Toscana, la riproduzione di una forchetta di Caterina de’ Medici realizzata da Torrino Manifattura Orafa di Firenze consegnata dal Presidente Aldo Cursano, il Premio Enoteca Marcucci di Pietrasanta e il Premio Ristorante Lux Lucis dell’Hotel Principe di Forte dei Marmi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here