Home Starbene / Gusto A Firenze ha aperto “R x Winestillery”, il Primo Martini Bar d’Italia....

A Firenze ha aperto “R x Winestillery”, il Primo Martini Bar d’Italia. 100% Made in Tuscany

266
0

di Elisabetta Failla

Ha aperto a Firenze “R x Winestillery” ovvero il primo Martini Bar d’Italia e probabilmente anche il più piccolo con i suoi quattro posti che, per l’attuale distanziamento sociale, sono ridotti a due. Un progetto nato in questo anno così particolare grazie alla sinergia tra Winestillery, la prima distilleria artigianale della Regione del Chianti Classico, e Rasputin, il celebre Secret Bar nascosto nel cuore di Firenze. Il locale si è imposto nella scena della miscelazione italiana ed internazionale grazie all’altissima qualità dei cocktail proposti e all’accurata scelta dei prodotti in bottigliera. Nel 2020, oltre ad essere stato protagonista di serate internazionali (dal Giappone all’Albania), Rasputin si è posizionato anche nella prestigiosa classifica “Top500Bar”, entrando per la prima volta a far parte dell’élite mondiale dei bartender.

L’idea dietro alla nascita di “R x Winestillery” è quella di fare sistema all’interno della cosiddetta “bar industry”, portando il produttore ed il locale ad unirsi in un’unica realtà, mettendo ciascuno a disposizione le proprie capacità per offrire al consumatore un’esperienza unica e fuori dal comune. Da “R x Winestillery”, il Bar Manager di Rasputin, Daniele Cancellara, proporrà una vera e propria “carta dei Martini” per far scoprire ogni sfumatura di questo cocktail al contempo così semplice e così complesso utilizzando solo distillati “Made in Tuscany”. In carta solo 6 Martini cocktail più uni che varierà ogni mese. Tra questi, lo Sweet Martini, realizzato con Vermouth rosso invece che dry, prodotto a bse di Sangiovese, anche nella versione meno dolce (Bitter Sweet Martini). Per non parlare del Vesper Martini, amato da James Bond, in una versione rivisitata. Infatti uno dei suoi ingredienti, il KinaLillet (oggi chiamato Lillet Blanc), è stato sostituito con la China Clementi, unico prodotto utilizzano non proveniente da Winestillery. Oppure il Tuscan Dry Vermouth, prodotto olter con le classiche erbe come l’assenzio con Trebbiano toscano.

Tutti i drink sono rigorosamente creati solo con i premiati spirits di Winestillery, nata nel 2019, è una delle più significative “Craft Distillery” d’Italia. Distilla tutti i suoi prodotti come Gin, Vodka, Vermouth ecc. partendo da alcool di vino e seguendo le regole ferree del loro disciplinare, il “Grape To Glass Manifesto”. Caratteristica principale è la territorialità di questa distilleria artigianale situata a Gaiole in Chanti nel cuore del Chianti Classico.

I distillati, unici al mondo ad avere un vero e proprio terroir, sono apprezzati ovunque vincendo molti premi tra cui Migliore Aged Gin al mondo e Migliore Old Tom d’Italia per The Gin Guide, Medaglia d’Oro The Wine Hunter Old Tom Gin, Medaglia d’Oro The Wine Hunter London Dry Gin, Medaglia d’Argento IWSC Old Tom Gin, Medaglia di Bronzo WSC London Dry Gin, Medaglia d’Argento IWSC Vodka, ed altri ancora.

Gli appassionati di questo cocktail, e non solo, potranno farsi guidare dai barman in un vero e proprio viaggio tra le più famose varianti del Martini Dry, per ritrovare – o scoprire per la prima volta – la storia del cocktail più illustre del mondo del bar, reso iconico da personaggi famosi come Hemingway, Frank Sinatra e dalla penna di Ian Fleming e di Umberto Eco. Il locale mira a diventare una meta esclusiva, sia per il numero ridotto di posti disponibili (, sia per l’unicità delle bottiglie proposte, tra le quali alcune limited releases a tiratura limitata create dal Mastro Distillatore di Winestillery,.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here