Home Magazine Si è appena conclusa la VI Settimana delle Associazioni culturali

Si è appena conclusa la VI Settimana delle Associazioni culturali

53
0

Un importante momento di dialogo e di confronto, che è stato possibile nonostante le difficoltà legate all’emergenza Coronavirus. Si è appena conclusa la sesta edizione della Settimana delle Associazioni Culturali, che si è tenuta negli spazi dell’Auditorium Ottone Rosai di Firenze e ha visto il susseguirsi di tanti appuntamenti a ingresso libero, tra tavole rotonde e concerti.

Numerose le realtà fiorentine che hanno partecipato alla manifestazione: Accademia Il Fauno, Amici dei Musei, Amici del Museo Stibbert, associazione Amici della Certosa, associazione Fiorentina Battaglie in Scala, associazione Culturale Akropolis, associazione di Volontariato Culturale Conoscere Firenze, associazione Musicale Fiorentina, associazione Musicale Il Foyer – Amici della Lirica, associazione Montecatini Cinema, Associazione Nazionale Case della Memoria, associazione per Boboli, Centro Turistico ACLI Firenze APS, Circolo Piero Gobetti di Firenze, Comitato Fiorentino per il Risorgimento, Filarmonica di Firenze “Rossini”, Fondazione il Fiore, Gruppo vocale “Cantori di San Giovanni”, Istituto Italiano dei Castelli – Sezione Toscana, Scuola di Musica Il Trillo di Firenze, Società Dante Alighieri – Comitato di Firenze, Società Italiana per la Protezione dei Beni Culturali (SIPBC).

«La Settimana delle associazioni culturali, nonostante le difficoltà organizzative dovute all’emergenza sanitaria, ha riscosso notevole apprezzamento e partecipazione – ha commentato Antonia Ida Fontana, presidente del Centro Associazioni Culturali Fiorentine e organizzatrice della manifestazione -. Questa edizione è stata animata sia dalla volontà di far conoscere ai cittadini le Associazioni Culturali e favorire le sinergie fra queste, ma anche dalla voglia di ripristinare un contatto diretto tra soci e associazioni, oltre che di offrire al pubblico una serie di eventi culturali dopo il confinamento imposto dalla pandemia».

L’evento si è concluso con la presentazione da parte dell’Associazione Nazionale Case della Memoria relativa alle celebrazioni sui centenari di Pellegrino Artusi e Maria Montessori e con le note della Filarmonica di Firenze Gioacchino Rossini che si è esibita in “Je me souviens’”, in ricordo del maestro Claudio J. Boncompagni.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here