Home TOP NEWS ITALPRESS Evani avverte “La Bosnia ci ha creato sempre problemi”

Evani avverte “La Bosnia ci ha creato sempre problemi”

46
0
SARAJEVO (BOSNIA) (ITALPRESS) – “E’ vero, la Bosnia non ha ottenuto grandi risutati, ma ci ha creato sempre grossi problemi”. Lo ha detto il vice ct della Nazionale, Alberico Evani, alla vigilia della sfida con la Bosnia nell’ultimo match del girone di Nations League. “Dovremo limitare i rischi – spiega in conferenza stampa Evani – Dzeko sarà assente, ma la Bosnia ha in organico altri giocatori forti e noi dovremo essere bravi come squadra. Mancini è molto dispiaciuto di non esserci, cercheremo di non far pesare la sua assenza”. “Ci siamo costruiti la possibilità di chiudere in testa il girone, sarebbe brutto non arrivare primi – prosegue Evani – Sappiamo però che affronteremo una squadra che non regalerà nulla. E poi sappiamo che tutti contro l’Italia danno sempre il massimo”. Circa la formazione, Evani sottolinea che “stiamo valutando il recupero tutti i giocatori, qualcosina cambierà ma non molto rispetto alla formazione di domenica. Le condizioni di Florenzi e Belotti? Stiamo valutando soprattutto loro, si sono allenati a parte tutta la settimana, hanno stretto i denti per essere della gara e hanno dato tutto. Sono motivati, vogliono esserci e credo che, se non ci saranno grossi problemi, potrebbero essere della gara. Non siamo per le polemiche, è un vantaggio per tutti che la nazionale vada bene”. Dopo la vittoria con la Polonia, il vice ct azzurro non crede ad un rischio appagamento: “Quello che nel calcio e nella vita hai fatto ieri non conta nulla. Sarà fondamentale cosa faremo domani sera e tutti siamo impegnati a ottenere il risultato”. L’ex centrocampista del Milan, infine, considera Mancini un ct “coraggioso. Quando ti affidi ai giovani devi avere pazienza. Considera tutti alla stessa maniera e trasmette sicurezza alla squadra, con concetti di gioco ottimistici che piacciono ai giocatori. Ha formato in pochissimo tempo un grandissimo gruppo, tutti sono partecipi e remano dalla stessa parte”.
(ITALPRESS).