Home News Oggi parte il Cashback di Stato. Ma l’app IO è ancora intasata

Oggi parte il Cashback di Stato. Ma l’app IO è ancora intasata

149
0

Da oggi parte il Cashback di Stato, ovvero il rimborso del 10% delle spese fatte con carte di credito, app e bancomat. Il tetto massimo del rimborso è 150 euro (anche con una spesa maggiore di 1500).

Dovremmo però usare il condizionale. Da oggi, solo per chi è riuscito a registrarsi, parte il cashback. Sì, perché l’app IO, applicazione della pubblica amministrazione che dovrebbe contenere tutti i servizi pubblici, è in stallo perché intasata dalle richieste. Probabilmente il governo e la Pubblica Amministrazione non si aspettavano una risposta così ingente, dato che l’applicazione è stata scaricata in due giorni da più di 6 milioni di cittadini. Molti, se si pensa quanto gli italiani siano in generale restii a usare questo tipo di pagamento.

Tuttavia, dobbiamo dire che i dilemmi tecnologici affiancano l’amministrazione italiana da tempo. Non solo il sito dell’Inps che smette di funzionare a causa delle troppe domande del bonus per gli autonomi ad aprile. Ma anche tutti i problemi che riguardano lo Spid e i documenti che non si trovano sui portali dell’amministrazione, ma che dovrebbero essere a portata di click per ogni utente.

Insomma il problema si ripresenta ogni volta che si mettono in moto meccanismi di questo genere. Se vogliamo (e dobbiamo sicuramente farlo) avere un paese e un’amministrazione digitale, abbiamo bisogno di maggiori competenze e di server più potenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here