Home Focus Firenze. Frode da 120 milioni con criptovaluta. Denunciato 34enne

Firenze. Frode da 120 milioni con criptovaluta. Denunciato 34enne

171
0

Identificato dalla Polizia Postale l’autore del più grande attacco cyber-finanziario in Italia. Uno dei più grandi mai realizzati nel mondo nel settore delle criptovalute.

Gli investigatori hanno scoperto F.F., 34enne della provincia di Firenze, amministratore unico di una società italiana che gestisce una piattaforma di scambio di criptovalute. L’uomo sarebbe l’autore di una frode informatica di 120 milioni di euro, di attività di bancarotta fraudolenta e di auto riciclaggio.

All’uomo è stato imposto il divieto di esercitare  attività d’impresa e di ricoprire ruoli direttivi. Le indagini sono avvenute grazie al coordinmento della Polizia Postale di Firenze e della Sezione financial cybercrime del Servizio centrale della Polizia Postale di Roma, con l´aiuto della Guardia di finanza della Procura di Firenze.

Il provvedimento è stato emesso dal gup Gianluca Mancuso.
Per la prima volta in Italia e in Europa si sono documentate condotte fraudolente e distrattive ai danni di investitori, portate avanti su piattaforme informatiche e con l’impiego di monete virtuali.

Le indagini sugli arricchimenti illeciti che avvengono attraverso l’utilizzo di piattaforme online e di strumenti informatici dimostrano che sono attività in crescente aumento.
Le indagini sono sviluppate dalla Procura di Firenze, diretta dal procuratore capo Giuseppe Creazzo, che ha affidato l´indagine all’aggiunto Luca Tescaroli e al sostituto procuratore Sandro Cutrignelli del Dipartimento Reati Informatici, e al procuratore aggiunto Gabriele Mazzotta e al sostituto Fabio Di Vizio del Dipartimento Reati Societari e Fallimentari.