Home News Lotteria degli scontrini. Confartigianato chiede aiuti allo Stato

Lotteria degli scontrini. Confartigianato chiede aiuti allo Stato

57
0

Confartigianato Imprese Firenze chiede aiuti al governo per aderire alla lotteria degli scontrini. La lotteria sarebbe dovuta partire il primo gennaio, ma l’inizio è slittato a data da destinarsi.

L’iniziativa ha un problema: è necessario avere dei registratori di cassa adeguati per fare in modo che il codice per giocare venga creato. Il costo dei registratori è la nota dolente: può arrivare fino a 250 euro e Confartigianato lamenta che, in un momento di crisi come questo, sarebbe necessario un aiuto da parte dello Stato.

“La lotteria degli scontrini non deve pesare sugli artigiani. E’ ridicolo e scandaloso gravare ancora sugli esercenti, che devono già fare i conti con i lockdwon e la diminuzione degli incassi e ora si devono accollare queste ulteriori spese per l’aggiornamento dei registratori di cassa che sono già stati aggiornati un anno fa per i corrispettivi telematici e sono di nuova generazione”, afferma Jacopo Ferretti segretario di Confartigianato Imprese Firenze. 

L’adesione alla Lotteria è volontaria, ma non aderire per un artigiano “significa correre il rischio di perdere clienti, cosa che ora non ci si può permettere”, aggiunge Ferretti. Da qui la richiesta: “Sollecitiamo un sostegno da parte del Governo, della Regione o della Camera di Commercio”. La proposta è un disciplinare che riconosca una percentuale a fondo perduto alle aziende che adeguano i registratori di cassa per aderire alla Lotteria degli scontrini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here