Home Vetrina Renzi “Conte ha scelto l’azzardo”. Salvini: “Un governo minestrone è assurdo”

Renzi “Conte ha scelto l’azzardo”. Salvini: “Un governo minestrone è assurdo”

115
0

Matteo Renzi probabilmente non pensava che il premier potesse provare l’azzardo del parlamento, per cercare i così detti responsabili. Su Conte dice, in un’intervista alla Stampa: “non mi pare che abbia i numeri. Ma se li avrà, auguri. È la democrazia. E la democrazia è sacra. Resta un fatto, però: se non prende 161 voti, tocca a un governo senza Conte“.

In Italia Viva si muove qualcosa e qualcuno sembra pronto a lasciare. Infatti Renzi afferma: “Forse qualcuno lascerà, ma se fossi nel governo, aspetterei martedì per vedere come va a finire. E resta il fatto che io ho posto una serie di questioni di merito su vaccini, sanità e investimenti, mentre loro rispondono con una manciata di responsabili. Magari avranno la vittoria numerica, ma io ho scelto una strada politica, Conte ha scelto l’azzardo. Governare mettendo assieme Mastella e la De Petris di Leu non sarà facile“.

Sulla fiducia “io mi astengo”, prosegue, e sottolinea: “Ho utilizzato verso Conte parole molto più gentili di quelle che usava Zingaretti su di lui nei nostri colloqui privati. Evidentemente ha cambiato idea. Capita a tutti. Quando Zingaretti parla non rispondo mai alla prima dichiarazione. Se avessi ascoltato Nicola alla prima dichiarazione – nell’agosto del 2019 – oggi avremmo un Governo Salvini-Meloni”. Sul voto anticipato Renzi risponde “Non esiste”. Eppure, agli occhi degli Italiani, a portare la crisi sembra sia stato proprio lui.

L’altro Matteo, è invece intervistato dal Corriere della Sera e afferma: “che Conte giochi il tutto e per tutto pur di tirare a campare non è un bene per l’Italia. Ma solo, egoisticamente, per lui. Io mi auguro però che il garante della Costituzione non lo permetta. Per giunta, sarebbe un governo ancor più raffazzonato”.

“Prima di lunedì vengono un sabato e una domenica. Ho i brividi pensando alle offerte da suk che saranno fatte a questo e a quello – spiega Salvini -. Ma io ricordo quello che Mattarella stesso disse a me e all’intero centrodestra: vi conferirò l’incarico se riuscirete a portarmi numeri veri e seri per un governo vero e serio. Non quelli di tre tizi in ordine sparso”.

“Stanno chiamando e promettendo di tutto, in maniera serrata. Lo so per certo, me l’hanno detto in diversi. Io credo che sarebbe stata una vergogna prima del Covid, ma un governo minestrone in piena epidemia è ancora più assurdo – evidenzia il leader leghista -. Con tutto il rispetto, sentire i Tabacci e i Mastella, per loro stessa ammissione, fare telefonate di reclutamento non si può vedere proprio. Come non si potrebbe vedere il ritorno di Conte e dell’Azzolina attaccati a due voti. Poi, certo: gli unici di cui mi fido sono gli italiani che certamente sceglieranno un Parlamento più dignitoso. E con quello la possibilità di un governo di centrodestra”.