Home News Grossa nutria morta nel Mugnone nei pressi del Ponte Rosso

Grossa nutria morta nel Mugnone nei pressi del Ponte Rosso

514
0

Gli abitanti e le persone che passeggiavano  lungo il Mugnone grazie al tenero sole dopo tanta pioggia lato via XX settembre sono stati presi dal vedere una nutria morta. L’animale era collocato sul muretto che permette una piccola cascata dalle acque che arrivano dopo la passerella pedonale. Adagiato su questo muretto non si capisce se sia morto lì oppure trascinato dall’acqua dove si è bloccato prima di finire nella piccola cascata.

E’ stata avvertita la centrale della Polizia Municipale che in poco tempo ha organizzato il recupero dell’animale.  Gli abitanti della zona, quelli presenti sul Mugnone per la passeggiata mattiutina dei loro cani si interrogavano su questa morte perchè la nutria è un animale molto forte che si deve guardare in Italia da pochi predatori, mentre nel sud America il più pericoloso è il caimano. In Italia il lupo grigio e anche il cinghiale per i quadrupedi, la poiana, il falco e l’allocco per i volatili.

” In alternativa potrebbe  – afferma un conduttore di un cane di nome Sandy – aver mangiato qualcosa che l’ ha avvelenata perché  è un animale molto tosto”

La nutria (Myocastor coypus) è un grosso roditore semi-acquatico che sul finire dell’800 si cominciò ad allevare in Nord America e in Europa (Italia compresa) come animale da pelliccia. Con il declino del commercio di queste pelli, molti animali furono liberati, e oggi la crescita incontrollata della specie costituisce una minaccia alla biodiversità e alla salute umana, oltre a generare danni economici: le sue tane danneggiano l’ecosistema e le strutture per l’irrigazione e inoltre fa irruzione in svariate bcolture, provocando ingenti danni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here