Home News Manutenzione dei fiumi oltre alla sicurezza si pensa anche a generare arte...

Manutenzione dei fiumi oltre alla sicurezza si pensa anche a generare arte e bellezza

112
0

La manutenzione dei fiumi serve per la sicurezza idraulica, ma può generare anche arte e bellezza. Tagliare l’erba lungo gli argini dell’Arno è diventata una vera e propria forma d’arte ed è così, che a due passi da Ponte Vecchio c’è il Terzo Giardino eletto dal Consorzio di Bonifica del Medio Valdarno come luogo simbolo delle manutenzioni. E stamani gli operatori del Consorzio hanno sfalciato il Terzo Giardino, unendo la manutenzione alla creazione di un’opera d’arte.

“Il Terzo giardino- spiega l’assessora alla difesa del suolo e all’ambiente Monia Monni- è l’esempio di come l’attività di manutenzione ordinaria di un fiume possa portare qualità sia ambientale che culturale. E tutto questo è reso possibile grazie alla collaborazione tra istituzioni, Regione Toscana, Comune di Firenze, Consorzio di Bonifica Medio Valdarno e il mondo della cultura, con la partecipazione del MUS.E. L’impegno della Regione in questa direzione è una costante”

Ma la manutenzione dei fiumi oltre che sicurezza idraulica e attenzione alla sostenibilità ambientale è anche occasione di avvicinamento, conoscenza e fruibilità dei corsi d’acqua, specie in città come Firenze.

“Per questo luogo – spiega il Presidente del Consorzio di Bonifica Marco Bottino – abbiamo eletto a luogo maggiormente simbolico delle nostre manutenzioni il Terzo Giardino presente sulla larga spiaggia dell’Arno a San Niccolò, a due passi dal Ponte Vecchio laddove il nostro lavoro genera anche bellezza e cultura per la ripartenza delle nostre città e territori”.

Per l’assessora all’ambiente Cecilia Del Re si tratta di “un progetto globale che combina il tema ambientale della tutela e valorizzazione delle sponde e della loro fruibilità. Sarà allora possibile camminare sulla sponda dell’Arno e ammirare un giardino all’italiana realizzato con sfalci artistici che hanno anche un risvolto ambientale importante a tutela della biodiversità”.

E’ intervenuta anche Valentina Gensini, curatrice del progetto RIVA e direttore artistico di Murate Art District
“Come ogni primavera MUS.E torna a valorizzare il Terzo Giardino e in particolare quest’anno si è costruito un progetto con l’Universita di Firenze – ha dichiarato ”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here