Home Starbene / Gusto Vacanze estive in un angolo di paradiso sulle colline alle porte del...

Vacanze estive in un angolo di paradiso sulle colline alle porte del Chianti

499
0

Per la prossima estate ormai alle porte, mentre il settore turistico sta riprendendo, circa il 66% degli italiani opterà per il turismo di prossimità.  Le strutture alberghiere si stanno quindi organizzando per offrire ai propri ospiti una vacanza che vada oltre la semplice ospitalità.

Come il Relais Villa Olmo, un Boutique Hotel situato in collina tra vigne e ulivi a due passi da Impruneta e dal Chianti e a 20 km. da una città d’arte come Firenze, che accoglie già i primi ospiti. Tipicamente toscano e ricco di fascino naturale, il Relais dispone di 18 eleganti unità (ville con piscina privata, suite e camere), che offrono ospitalità di altissimo livello e soluzioni perfette per tutte le esigenze, da coppie e famiglie a piccoli gruppi. Le atmosfere sono rarefatte, la tranquillità assoluta, gli accessi a tutte le camere sono sull’esterno  e ben distanziati tra loro, in modo da poter garantire l’esclusività degli spazi e la privacy del soggiorno.

“Ecco alcuni punti di cui andiamo molto fieri – sostiene il General Manager Simone Pampalon – la ristrutturazione è stata effettuata da aziende locali.
Parte degli arredi sono fatti con materiali riciclati o con restauri effettuati da artigiani del posto. Raccogliamo acqua piovana per l’irrigazione di giardini e aree verdi. Sosteniamo l’economia locale e la promozione del territorio: dalla creazione di vino dedicato alla terracotta, alle visite alle fornaci. Il nostro ristorante utilizza solo materie prime toscane, e olio Evo ottenuto dagli uliveti del nostro campo. Abbiamo sostituito plastica con vetro per minibar e servizi di ristorante. Collaboriamo con le autorità locali per la corretta separazione dei rifiuti e i rifiuti organici vengono compostati e utilizzati come fertilizzanti naturali. Per il prossimo futuro – prosegue Pampaloni – abbiamo già un progetto fotovoltaico e di installazione di colonnine di ricarica per auto elettriche a cui pensiamo di dar luce a partire dal prossimo inverno.”

DCIM/105MEDIA/DJI_0863.JPG

Con una splendida vista sulla campagna toscana, il Relais dispone di una piscina panoramica, con vista sull’uliveto: il luogo perfetto per rinfrescarsi nelle giornate più calde, ma anche per degustare i piatti dello speciale “pool menu”, o gli “assaggi a sorpresa” curati dalla cucina del ristorante – ad esempio la schiacciata toscana appena sfornata o una macedonia freschissima – fino ad assaporare un delizioso aperitivo davanti il tramonto. Relais Villa Olmo dedica grande attenzione alla natura con la creazione e cura dell’orto, dove l’Executive Chef del Diadema Wine Bar & Restaurant Alessio Leporatti  può cogliere la materia prima freschissima.

La zona del ristorante è in realtà una veranda dalle aperture mobili e arridata in stile country  chic che si affaccia sullo spazio esterno dove si trovano i tavoli all’aperto per pranzare o cenare all’aria aperta. Un’atmosfera adatta per gustare i piati preparati dallo chef Alessio Leporatti insieme alla sua brigata che privilegia i fornitori locali e i prodotti dell’orto di casa in particolare le erbe aromatiche e officinali classiche della cucina di campagna. Una cucina “di padella”, come ama definirla lo stesso chef che predilige i fuochi pur non disdegnando, ove necessario, l’uso della piastra a induzione, e confessa di non subire nel suo lavoro influssi francesi: tanto olio e pochissimo burro, erbe e prodotti stagionali dell’orto, pesce azzurro per i pochi piatti di sapore marino previsti in una carta che conta poche referenze per portata, segno di massima attenzione e cura al piatto fino dall’ideazione, con la  preparazione e l’impiattamento nella piccola ma ben attrezzata cucina a vista.

La carta del vino non è particolarmente ricca ma offre ottime scelte tra i vini dell’azienda Diadema (Champagne pas dosé e rosé, un bianco, un rosé, tre rossi e un supertuscan servito anche in elegante bottiglia con dettagli Swarovski) alcuni dei quali proposti anche al calice, poi una bella scelta di rossi toscani e una importante sezione dedicata alle Grandi Annate.

Tra i vini rossi di Diadema davvero interessante è Imprunetis, prodotto con Sangiovese in purezza e affinato in anfora. Un vino che è un omaggio ad Impruneta fin dal nome: Imprunetis è infatti il nome etrusco che significa “borgo tra i pini. E sempre gli etruschi sono stati i primi ad affinare il vino in anfore di terracotta, prodotto tipico di questa zona.

Le uve vengono selezionate in vigna e, dopo la macerazione e l’affinamento, il vino viene messo in anfora per circa 8/9 mesi in modo da potersi ossigenare e affinare in un tempo più breve. Quindi viene imbottigliato in una bottiglia molto particolare che ricorda le anfore etrusche. Imprunetis è un vino con sentori primari di fiori e frutti rossi che vengono esaltati da questo tipo di affinamento. Mancano quindi i profumi del legno e delle spezie, tipiche per il passaggio in barrique o tonneau. Al gusto è piuttosto equilibrato, morbido, avvolgente, non particolarmente corposo, fresco, e persistente. Un vino gradevole a bere anche in estate con antipasti e piatti estivi leggeri.

Grazie alla sua invidiabile posizione il resort propone tante attività cosiddette esperienziali: una scuola di cucina e una cantina di vini di prima classe dove poter partecipare a degustazioni guidate da esperti sommelier o a divertenti laboratori di vino. Un frantoio privato visitabile durante il periodo della frangitura delle olive e una varietà unica di attività esperienziali, tra cui Safari tra i vigneti, tour in Vespa e in bicicletta, tour dei vigneti e delle più prestigiose cantine toscane, tutte con partenza giornaliera dall’hotel. “Le esperienze che il Relais propone – conclude Simone Pampaloni – nascono dalla passione che nutriamo per il nostro territorio e dall’esperienza che ci è stata tramandata dalla nostra sister company Florencetown, parte del nostro Gruppo, leader del turismo esperienziale dal 2006.

Urbano Brini e Luca Perfetto Gruppo WHS
Simone Pampaloni, General Manger

 

Chef Alessio Leporatti
Battuta di manzo
Ravioli ai due ripieni

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here