Home Vetrina Marò. Caso chiuso per la Corte Suprema indiana

Marò. Caso chiuso per la Corte Suprema indiana

Avatar
125
0

Adesso il processo è veramente chiuso. La Corte Suprema indiana ha messo fine al procedimento contro Salvatore Girone e Massimiliano Latorre. I due militari italiani erano accusati di aver procurato la morte di alcuni pescatori indiani nel 2012.

La Corte avrebbe potuto chiudere la faccenda prima, tuttavia il rinvio dal 19 aprile ad oggi è dovuto al fatto che l’Italia non aveva completamente versato il risarcimento di 1,1 milioni di euro alle famiglie delle vittime (era stato avviato il trasferimento di denaro, ma non era ancora disponibile per ritardi bancari). Risarcimento che era stato riconosciuto dal Tribunale internazionale dell’Aja, che aveva disposto anche la “immunità funzionale” per i due soldati italiani.

“Grazie a chi ha lavorato con costanza al caso, grazie al nostro infaticabile corpo diplomatico. Si mette definitivamente un punto a questa lunga vicenda“, scrive su twitter il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio.

Ma la moglie di Latorre si sfoga in un’intervista all’Ansa, contro la politica italiana: “Da 9 anni sono costretta a parlare a nome di mio marito. A lui è stato fatto esplicito divieto di parlare pena pesanti sanzioni, è vincolato al segreto. È ora di chiedersi perché le autorità militari vogliono mantenere il segreto su ciò che sa e vuol dire. Quello che so è che per la politica italiana siamo stati carne da macello. Presto Massimiliano si presenterà alla procura di Roma”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui