Home TOP NEWS ITALPRESS Sileri “La variante indiana non elude il vaccino, switch è sicuro”

Sileri “La variante indiana non elude il vaccino, switch è sicuro”

88
0
ROMA (ITALPRESS) – Lo switch, per intenderci il cambio di vaccino tra la prima e la seconda dose, non provocherà problemi nè sul lato della sicurezza nè tantomeno rallenterà la campagna di immunizzazione. A sostenerlo il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervistato da Claudio Brachino per la rubrica “Primo Piano” dell’Agenzia Italpress. “Lo switch – dice – è molto ragionevole e anche supportato da una evidenza scientifica. L’Italia non è l’unico Stato che lo sta facendo. Pare non ci siano controindicazioni nel farlo, ma che possa esserci una risposta immunitaria migliore”. Sileri manifesta un certo disappunto per le polemiche di questi giorni. “Tutta la polemica sulla sicurezza – afferma – è francamente inutile e incrementa l’esitazione nei confronti della vaccinazione. Molte persone non credono nello switch e chiedono di essere vaccinate con una seconda dose di AstraZeneca. C’è una confusione che deve essere rimossa grazie a una migliore comunicazione”. Al centro dell’intervista anche le preoccupazioni sollevate dalla variante Delta, la cosiddetta variante indiana: “La variante indiana genera preoccupazione perchè ha in seno due mutazioni, di cui una la rende più diffusibile e un’altra tende a dare una possibilità di resistenza ai vaccini, resistenza parziale. E’ molto probabile che i vaccini funzionino bene anche su questa variante; faccio fatica a pensare che questa variante eluda completamente i vaccini”. Per Sileri resta fondamentale vaccinarsi, anche in vista della circolazione di varianti temibili. “Nel Regno Unito la stragrande maggioranza di chi ha necessitato di assistenza dopo essere stato contagiato da questa variante non era vaccinata. Solo una quota estremamente bassa aveva ricevuto una doppia dose. Questo ci insegna che bisogna vaccinarsi e completare le seconde dosi”. “Non credo – aggiunge – che il piano vaccinale subirà ritardi. Credo che rimarremo nei tempi. Vedremo un calo delle vaccinazioni nel periodo estivo. Rimarranno coloro che devi convincere, ma le dosi non mancano”.
(ITALPRESS).