Home Vetrina Gkn. Incontro istituzioni-azienda. Giani: “Negata dignità del lavoro”

Gkn. Incontro istituzioni-azienda. Giani: “Negata dignità del lavoro”

Avatar
160
0

Gkn e isituzioni insieme per parlare del futuro dei 422 operai licenziati e della chiusura immediata dello stabilimento di Campi Bisenzio. L’incontro si è svolto in Prefettura, ma l’azienda era in collegamento, non in presenza.

Al tavolo erano presenti: Eugenio Giani, presidente della regione, Dario Nardella, sindaco di Firenze, Alessandra Todde, viceministra del Mise, il sindaco del comune di Campi Bisenzio, GKN Driveline Firenze S.p.A, Confindustria Firenze e sindacati.

“E’ stata una decisione presa all’unanimità dal Cda. C’è una impossibilità a proseguire con l’attività di impresa e l’inevitabile conseguenza ci porta ad aprire la procedura di licenziamento collettivo. L’azione è irreversibile ed è stata presa nella legalità e supportata da motivi industriali”, ha detto il rappresentante dell’azienda.

Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ha espresso la sua profonda  preoccupazione per la gestione del licenziamento dei 422 lavoratori dello stabilimento toscano.

“Ritrovarsi senza lavoro da un  giorno all’altro – ha detto Giani – rivolgendosi ad Andrea Ghezzi, Ad di Gkn Italia collegato in remoto – e scoprirlo attraverso una mail, significa saltare a piè pari i diritti e la dignità dei lavoratori, senza nemmeno  prospettare l’attivazione di un iter di ammortizzatori sociali. Questa procedura nega la dignità del lavoro – ha dichiarato con forza Giani – ricordando all’azienda che qui siamo in Toscana e in Italia e non permettiamo che si calpestino le procedure e la prassi della nostra legislazione sul lavoro frutto della nostra storia”.

“A Melrose Industries chiedo – ha aggiunto Giani – di metterci la faccia assumendosi  le proprie responsabilità perché, e lo dico con chiarezza, noi in Toscana questi comportamenti non li accettiamo e lo diremo al mondo quanto sta accadendo qui: una mercificazione dell’attività produttiva”.

Con Giani, per la Regione Toscana, erano presenti in Prefettura Valerio Fabiani, consigliere del presidente per le crisi aziendali, Alessandra Nardini assessore al lavoro, supportati da Paolo Tedeschi dell’ufficio della Presidenza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui