Home Focus Pioggia di emendamenti M5s sulla riforma della giustizia. Monito di Cartabia

Pioggia di emendamenti M5s sulla riforma della giustizia. Monito di Cartabia

admin
128
0
MARTA CARTABIA MINISTRO
 “Lo status quo non è un’opzione sul tavolo”: è il monito lanciato dal ministro della Giustizia, Marta Cartabia, mentre si infiamma il dibattito sulla riforma della giustizia, con M5s che ha già depositato 916 emendamenti alla riforma del processo penale che il Movimento 5 Stelle deposita in commissione giustizia alla Camera. È quanto apprende l’AGI in attesa della riunione dei gruppi di Camera e Senato a cui è previsto che partecipi anche l’ex premier e leader in pectore M5s, Giuseppe Conte. Intanto il Movimento ha osservato che “l’audizione in commissione Giustizia alla Camera di Nicola Gratteri, procuratore capo di Catanzaro, è stata drammaticamente chiara: la riforma del processo penale messa a punto dalla ministra Marta Cartabia deve essere modificata”.

I rischi per Gratteri

“Con l’improcedibilità prevista dalla riforma Cartabia”, ha avvertito Gratteri, “il 50 per cento dei processi, considerata la gran mole dei reati di mafia e maxi processo che celebriamo, saranno dichiarati improcedibili in appello”. “Se insistiamo non è per un fatto personale, perché i giudici lavoreranno molto meno e non ci sarà ansia di correre per la legge Pinto. E’ solo un fatto di sicurezza e credibilità dello Stato”, ha aggiunto. “Immaginare che tanti processi vengano dichiarati improcedibili mina la sicurezza del Paese”, gli ha fatto eco il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho.

Ministro Cartabia precisa:

Da Napoli la ministra Cartabia ha ribattuto: “Dopo quanto ho sentito su numeri delle pendenze, i tempi delle definizioni dei giudizi, i tempi delle trasmissioni degli atti mi domando: possiamo noi stare inerti e fermi di fronte a una giustizia che non è un Frecciarossa, che in un’ora e dieci ci porta da Napoli a Roma, che non deve fermarsi mai nelle campagne di Frosinone, ma possiamo restare sul calesse perché il Frecciarossa non si inceppi?”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui