Home News Con la ricerca dei nemici, le donne afghane saranno le prime vittime

Con la ricerca dei nemici, le donne afghane saranno le prime vittime

96
0

Di Tea Albini

Quando si spengeranno i riflettori ci verranno a cercare e ci uccideranno’.
Questa è la denuncia delle donne afghane, di quelle donne che hanno cercato di liberarsi dall’ignoranza, dalla schiavitù, dallo sottomissione, dal buio di una condizione senza speranza in cui avevano vissuto costrette dalla rigida applicazione della sharia.
Non credono all’apparente apertura dichiarata dal capo talebano, che parla di riconoscere i diritti delle donne ‘pur nel rispetto della sharia’…ed ecco l’inganno.
E se accade che, dopo l’indignazione più o meno convinta del mondo, cala il silenzio e l’accettazione, allora scatta la ricerca dei nemici del sistema e le donne afghane saranno le prime vittime.
Ma anche in grandi Paesi, in grandi ‘democrazie’ succede che chi non sta ‘al gioco’ si abbatte, si elimina, è la via più breve, diciamo che la storia è piena di questi ‘fatti’.
Bertolt Brecht scriveva ‘beati i popoli che non hanno bisogno di eroi’ oggi in Afghanistan le donne saranno sicuramente fra gli eroi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here