Home News Il bambino accoltellato a Rimini è fuori pericolo

Il bambino accoltellato a Rimini è fuori pericolo

94
0

Un bimbo di 6 anni accoltellato alla gola in condizioni gravissime, altre quattro persone ferite, scene di panico tra i turisti in un sabato al mare di fine stagione: sconcerto e rabbia a Rimini e condanna della politica dopo che un 26enne originario della Somalia è stato arrestato per tentato omicidio, lesioni e rapina.

 

In pochi minuti 5 feriti

Il tutto è avvenuto ieri pomeriggio in pochi minuti. Il 26enne era sull’autobus numero 11 tra Riccione e Rimini, senza biglietto quando avvicinato da due controllori donne, ha estratto un coltello e le ha colpite con due fendenti. Un colpo alla spalla e l’altro di striscio al collo. Poi è scappato nella zona del lungomare. Ha minacciato due automobilisti nel tentativo di dileguarsi in auto. Ma non ci è riuscito.

Nella fuga a piedi ha accoltellato altre due persone ed un bimbo. Il piccolo, 6 anni, colpito alla gola è arrivato all’ospedale Infermi di Rimini.  La lama gli ha reciso la giugulare: è stato ricoverato e nella notte è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per la ricostruzione della carotide, seriamente danneggiata dal fendente.

Il sostegno alla famiglia del bimbo

In ospedale “abbiamo trovato una famiglia sotto choc ma che con grande dignità e compostezza ha atteso in quelle drammatiche ore. È una famiglia di origine orientale, del Bangladesh. Il padre lavora in una importante azienda del Riminese e i 3 figli sono nati tutti qui”: lo ha detto il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi rimasto in queste ore a fianco della famiglia del piccolo.

“Nella notte ci siamo attivati con il datore di lavoro” del padre del piccolo “e con i servizi sociali del comune di residenza per prestare totale sostegno, solidale e pratico, alla famiglia. Il padre – ha concluso Gnassi – ha voluto ringraziare medici, poliziotti, Dio, tutti coloro i quali si sono stretti intorno in quei momenti durissimi. Sempre con grande dignità”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here