Home Starbene / Gusto La vendemmia di Testamatta e Colore nello Chateau fiesolano di Bibi Graetz

La vendemmia di Testamatta e Colore nello Chateau fiesolano di Bibi Graetz

Redazione
185
0

di Elisabetta Failla

Artista e vigneron eclettico, creativo, dinamico quanto simpatico: ovvero  Bibi Graetz. Un produttore di vino decisamente “fuori dal coro” nel mondo enologico – in senso positivo, s’intende – capace di realizzare il suo sogno bordolese: il suo Chateau in città in piazza Mino a Fiesole. Dove una volta c’era l’Hotel Aurora adesso ci sono gli uffici, la logistica. La canina di vinificazione è situata dove una volta c’era una celebre discoteca amata dai fiorentini e dai turisti dove ancora è rimasta la mirror ball a testimonianza del su passato. E ancora qui si trova la barricaia e, naturalmente la residenza di famiglia. Qui nascono due eccellenti grandi cru: Testamatta e Colore, i pluripremiati rossi della Maison Bibi Graetz. Al Castello di Vincigliata, storica residenza della famiglia Graetz, restano la campagna e le vigne da dove arrivano le uve nella bellissima e centrale piazza di Fiesole. Per finire, negli spazi dell’ex Blu Bar saranno organizzati e attrezzati per l’accoglienza di enoturisti e appassionati per particolari wine experience. Non manca poi la sala degustazioni e la terrazza panoramiche su Firenze per i clienti esclusivi.

E proprio qui abbiamo assistito alla vendemmia 2021 con l’arrivo dei trattori che hanno portato le cassette cariche di uva che, sulla terrazza con vista su Firenze, è stata diraspata, quindi gli operai hanno selezionato i chicchi migliori che poi sono stati pressati delicatamente.

Bibi Graetz produce oggi circa 500mila bottiglie l’anno di cui 100mila tra Testamatta e Colore. L’80 per cento del prodotto è destinato all’export, direttamente in Usa e in Canada, e in altri 170 Paesi attraverso la distribuzione de La Place de Bordeaux. Il 20 per cento di vendite in Italia è destinato esclusivamente al mercato horeca.

Quest’anno questi due vini hanno festeggiato i loro primi 20 anni diventando nel tempo vini sempre più apprezzati. Robert Parker parla dei vini di Bibi Graetz in termini più che lusinghieri sostenendo chein italia non esista un produttore “fuori dagli schemi” migliore di Bibi Graetz. Punteggio 97/100 punti per Colore 2018. Il famoso James Suckling, uno dei critici enologici più autorevoli, ha dato 99/100 punti per Colore 2018 e 97/100 per Testamatta 2018. A Decanter World Wine Awards (DWWA), il più grande e prestigioso concorso vinicolo al mondo, Testamatta 2018 ha ottenuto 100/100 punti, unico vino a ottenere questo punteggio  in una degustazione in cui i vini di Bibi Graetz erano insieme a altre eccellenze enologiche come  Chateau Palmer, Chateau d’Yquem, Chateau Latour, Masseto, Solaia e altri top.

“La prima reazione ai 100/100 punti di Decanter – commenta Bibi Graetz – è stata una gran risata. Una risata di felicità totale, pazza, che ci ha coinvolti tutti per l’intera giornata. Confesso che non riuscivo a dormire. Ho continuato a ridere fino alle quattro del mattino. Ma devo dire che è bellissimo, già i 99/100 punti assegnati da James Suckling avevano portato grande soddisfazione. Poi il riconoscimento di Decanter ha un significato particolare, da non sottovalutare: la rivista britannica è molto importante, soprattutto a Bordeaux dove siamo presenti con la nostra distribuzione. E l’effetto è stato immediato tanto che in pochissimo tempo hanno venduto tutto! Che dire poi? Indubbiamente quella del 2018 per noi – conclude – è stata davvero una grande annata. Premiata con dei riconoscimenti, fra i migliori al mondo, che ci danno quell’entusiasmo indispensabile per mantenere le posizioni raggiunte e, semmai, migliorarci ancora”.

Due vini che degustarli è solo un piacere. Testamatta e prodotto con Sangiovese in purezza con uve che provengono da vigne di oltre 35 anni. La vinificazione avviene in barrique aperte dove il mosto fermenta spontaneamente, con 6-8 follature manuali giornaliere. Quindi affina per circa due anni in barrique di rovere francese in cui una piccola parte è nuova. Ha un bel colore rosso rubino intenso, al naso mostra già la sua complessità: fiori rossi, ciliegie marasche, prugne e frutti di bosco “neri”, a cui seguono le spezie, in particolare i chiodi di garofano, il tabacco e note balsamiche e boisé. Al gusto appare complesso, fine, elegante e persistente mostrando un grande equilibrio tra tannini morbidi e vellutati e la freschezza.

Colore è prodotto con 80% di Sangiovese 10%Colorino e 10% Canaiolo. Anche in questo caso le uve provengono da vigneti molto vecchi. Come per Testamatta, la vinificazione avviene in barrique aperte dove il mosto fermenta spontaneamente, con 8 follature manuali giornaliere e affina per circa due anni in barrique di rovere francese. Di colore rosso rubino intenso tendente al granato, ha un profumo complesso ma fine e armonico, composto da fiori rossi (viola e rosa) appassiti, ciliegie, more, mirtilli quasi “marmellatosi”, spezie, tabacco, leggere note balsamiche, vegetali e boisé. Al gusto appare di bella struttura, con tannini morbidi ed eleganti, fresco e minerale sul finale di bocca. Complessità, corposità, eleganza, equilibrio e persistenza fanno di Colore un gran vino anche da meditazione nelle annata più vecchie.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui