Home Focus Italia divisa in due per un guasto all’apparato centrale computerizzato installato da...

Italia divisa in due per un guasto all’apparato centrale computerizzato installato da pochi giorni a Campo Marte

admin
107
0

Circolazione fortemente rallentata dalla prima mattina di  ieri 4 novembre  per i treni alta velocità in direzione Nord e Sud e per i regionali in arrivo e in partenza da Firenze. Prima gli ostacoli in linea fra Orte e Orvieto, linea Direttissima Roma – Firenze, rimossi dal personale di Rfi, e poi dei guasti tecnici nel nodo di Firenze hanno provocato forti ritardi. Lo comunica il gruppo in una nota. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana hanno risolto il guasto agli impianti che gestiscono il nodo di Firenze.

All’origine della giornata nera per i treni dell’alta velocità alcune problematiche riconducibili alla messa a punto del sistema Accm (Apparato Centrale Computerizzato Multistazione) attivato pochi giorni fa a Firenze. A spiegarlo è Fsnews. Il sistema tecnologico, già attivato con successo nei principali nodi nevralgici della rete, assicura a regime una maggiore efficienza, regolarità e affidabilità. In queste prime fasi di esercizio, vista la complessità del nodo ferroviario fiorentino e il sofisticato software che ne regola il funzionamento.