Home Ultim'ora Facebook Reels, la sfida di Meta a TikTok e YouTube

Facebook Reels, la sfida di Meta a TikTok e YouTube

Adnkronos
84
0

(Adnkronos) – Dopo essere stato lanciato pubblicamente negli Stati Uniti lo scorso settembre, Facebook Reels oggi diventa disponibile a livello globale in oltre 150 paesi.  

La funzione consente ai creators di condividere i Reels (contenuti video in formato breve) su Facebook o direttamente da Instagram per raggiungere un pubblico più ampio.  

Facebook inoltre sta introducendo nuovi tools e nuovi modi per i creators per monetizzare i Reels attraverso la pubblicità. 

Attualmente gli annunci video in-stream vengono eseguiti solo sui video di Facebook ma non sui Reels: questi nuovi annunci overlay rappresentano il primo tentativo di Facebook di portare entrate pubblicitarie direttamente su Reels. 

I creators che partecipano ai test potranno provare due nuovi formati di annunci: banner e adesivi. Si tratta di annunci che non interrompono la visione del video ma vengono pubblicati in trasparenza sul contenuto in riproduzione. 

Gli annunci banner vengono visualizzati come una sovrapposizione semitrasparente nella parte inferiore di un Reels, mentre gli adesivi sono immagini statiche che possono essere posizionate ovunque all’interno del Reels. 

Nelle prossime settimane, Facebook consentirà agli utenti di condividere i propri Reels con le Storie e visualizzare i Reels all’interno del tab Facebook Watch. 

La quota di compartecipazione alle entrate pubblicitarie è del 55% per il creator e del 45% per Facebook: I creator che fanno già parte del programma di annunci in-stream esistente verranno automaticamente inclusi per i nuovi test di annunci in overlay.  

Inoltre, nei prossimi mesi Facebook lancerà annunci immersivi e a schermo intero tra i Reels in tutto il mondo. 

Oltre alla pubblicità, i creators potranno presto monetizzare i loro Reels con Stars, il sistema di offerte virtuale già presente su Facebook Live per ricevono pagamenti direttamente dai fan. Il programma Reels Play, invece, fa parte del più ampio fondo per i cretors da $ 1 miliardo che Meta ha messo a disposizione e può generare notevoli entrate: alcuni creators guadagnano fino a $35.000 al mese.  

Facebook, oltre alle funzionalità di monetizzazione, sta ora implementando anche nuovi strumenti creativi che erano stati annunciati per la prima volta l’anno scorso, tra cui Remix, Reels da 60 secondi, Draft e Video Clipping. 

Remix, che è già disponibile su Instagram, è simile a TikTok Duets, poiché consente anche ai creatori di pubblicare il proprio Reels insieme ad un altro Reels precedentemente pubblicato. Ora, questa funzione sarà disponibile anche per i creators di Facebook. 

Reels sta inoltre recuperando il ritardo sulla durata del video, dopo che TikTok ha esteso la durata del video a 3 minuti, rispetto al formato da 60 secondi. Instagram Reels ha aggiunto il supporto per video di 60 secondi l’anno scorso e ora anche Facebook Reels farà lo stesso. 

TikTok, tuttavia, non è l’unica sfida di Meta. 

Più di recente, YouTube ha lanciato una suite di nuovi strumenti con cui i creators di Shorts (l’equivalente dei Reels) possono guadagnare attraverso partnership con i brand, e-commerce e abbonamenti regalo.  

Tutte le piattaforme insomma stanno cercando di tenere il passo con TikTok, che per ora domina l’ambito mercato dei contenuti video in formato breve.