Home SPORT Al Match Ball Firenze dal 28 marzo al 10 aprile torneo Open...

Al Match Ball Firenze dal 28 marzo al 10 aprile torneo Open di pre qualificazioni Bnl d’Italia 2022

admin
250
0

Il Match Ball Firenze Country Club organizza dal 28 marzo al 10 aprile il torneo Open di pre qualificazioni Bnl d’Italia 2022 con montepremi di 24.580 euro valido come 44° edizione dei Campionati Toscani Assoluti. La macchina organizzativa del circolo di Bagno a Ripoli ripropone, come lo scorso anno, di giocare outdoor (all’aperto) per tornare ad essere il cuore pulsante del tennis toscano e non solo e dare la chance ai giocatori
italiani, finalisti della manifestazione, di poter accedere all’appuntamento del Foro Italico.

“I giocatori e le giocatrici potranno giocare nella bellissima area verde del nostro circolo – spiega il presidente Roberto
Casamonti – e nell’occasione gli spettatori potranno seguire gli incontri senza dover entrare nella struttura coperta. Sarà come al solito una grande kermesse che permetterà ai vincitori di conquistare Roma. Siamo davvero contenti di poter ospitare questa manifestazione che è nata qui e porta al Match Ball Firenze i migliori giocatori toscani e in questo caso nazionali”

“La Federazione Tennis ha voluto dare a tutti la possibilità di
conquistare il Foro Italico – spiega Guido Turi consigliere nazionale Federtennis – nell’occasione il Match Ball
ha sempre avuto il primato di avere un numero elevato di partecipanti e anche in questo caso sono sicuro che
i partecipanti saranno numerosi”

Gli incontri verranno giocati al Match Ball Firenze e a supporto ci saranno anche i campi del Circolo Tennis Scandicci. Il torneo avrà il suo inizio lunedi 28 marzo con le prime sezioni dove giocheranno gli atleti classificati Quarta e Terza categoria per poi far entrare in gara i giocatori con la classifica più alta (per loro c’è
ancora la possibilità di iscriversi).

Il Direttore del torneo sarà il maestro Fabio Bianchini mentre il giudice arbitro titolare è Adriano Spataffi assistito da Paolo Lapini, Roberto Falteri e Daniele Turco