Home FASHION&STYLE Non solo libri, la biblioteca della Oblate porta in città la musica...

Non solo libri, la biblioteca della Oblate porta in città la musica dei Jammin’ Trip

admin
415
0

Jammin’ TripTornano gli appuntamenti di Oblate Suite, le serate musicali dedicate alla musica internazionale che da alcuni anni allietano il clima della biblioteca delle Oblate, in via dell’Oriuolo a Firenze. Questa sera, martedì 15 gennaio alle ore 20.30, sarà la volta dell’esibizione dei Jammin’ Trip, con il loro sound particolare, caratterizzato dall’improvvisazione jazzistica e al loro continuo riferimento a rock e funky ma anche alla musica reggae. Protagonista della scena sarà un trio d’eccezione, formato da un tastierista e, nell’occasione voce e chitarrista, come Lele Fontana, solitamente nel team di Noemi, dal bassista Miki Vitulli, noto per la sua appartenenza allo storico nucleo degli Articolo 31 ma anche per aver collaborato con Irene Grandi, Paolo Vallesi e Shel Shapiro; infine Donald Renda, anch’egli legato a Noemi in passato e questa sera impegnato con batteria e percussioni. La base del concerto dei Jammin’ Trip sarà l’album di Fontana “Il mare, l’amore, il cielo… e altre cose che non ho capito” da cui i tre rockers prenderanno spunto per poi concentrarsi su alcuni dei più grandi successi degli ultimi 40 anni di musica: dai Doors a Paolo Conte, da Steve Wonder ai Depeche Mode, dai Clash a Lucio Dalla e Pink Floyd. Un mix di grandi pezzi che farà tornare il pubblico indietro nel tempo, con uno stile personalizzato dal trio che farà dell’improvvisazione jazzistica e dei ritmi rock, funky e reggae il proprio biglietto da visita. L’ingresso per il pubblico sarà come di consueto gratuito.

 Claudio Masini

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui