Home Vetrina Massimo Parisi (Pdl) ‘Adesso si capisce perché il Pd voleva votare a...

Massimo Parisi (Pdl) ‘Adesso si capisce perché il Pd voleva votare a Siena in autunno’

admin
484
0

massimo Parisi”A chi rivendica buon operato e discontinuita’ ricordiamo non ha gran memoria”. Cosi’ il coordinatore del Pdl della Toscana Massimo Parisi, secondo il quale ”a giudicare dalla piega che sta prendendo il caso Monte dei Paschi ben si comprendono le ragioni per cui nell’agosto scorso il Pd senese ha tanto pressato il Governo Monti per tenere le elezioni amministrative in autunno, e non nella primavera successiva. Che avessero gia’ allora sentore che i problemi del Monte non si limitavano a quelli gia’ emersi nei mesi precedenti? Votare prima del deflagrare di un nuovo scandalo – dice Parisi – avrebbe aumentato le possibilita’ di conferma per il Pd, ma fortunatamente, grazie alla ferma opposizione del PdL, il tentativo e’ fallito. Fortunatamente per tutti, specifichiamo, perche’ e’ difficile immaginare quali sarebbero potute essere le ripercussioni politiche del caso ‘derivati’ su una Giunta comunale appena eletta”. Quanto alle ”rivendicazioni dell’ex sindaco Franco Ceccuzzi, e rilanciate da Bersani e D’Alema, circa la spinta al rinnovamento della governance della banca e alla separazione dei ruoli tra Monte dei Paschi e Pd, faccio presente che fu Bankitalia a sollecitare pubblicamente il ricambio ai vertici di MPS; un ricambio peraltro compiuto a meta’ se, come e’ vero, alla vicepresidenza e’ salito Marco Turchi, non proprio un estraneo alla sinistra e al Mps. Nel suo curriculum – ricorda il coordinatore del PdL Toscana – Turchi annovera numerosi incarichi di sindaco revisore di societa’ del gruppo, sino all’elezione a componente effettivo del collegio dei sindaci revisori di Mps, avvenuta nell’aprile del 2009, lo stesso anno dell’operazione ‘Alexandria’. Un incarico che testimonia la fiducia nei suoi confronti dell’allora presidente Giuseppe Mussari”. Marco Turchi, ricorda Parisi, e’ ”uomo legato a doppio filo a Massimo D’Alema”. ”Lo stesso D’Alema – aggiunge – che ieri, con sprezzo del ridicolo, ha detto che ”il Pd non si e’ mai occupato del Monte dei Paschi”.

Fonte Ansa

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui