Home News L’architetto Simone Micheli festeggia con una mostra i suoi trent’anni di attività...

L’architetto Simone Micheli festeggia con una mostra i suoi trent’anni di attività professionale

admin
184
0

di Elisabetta Failla

 Simone Micheli – Design Artwork from dream to reality è la mostra con cui l’architetto Simone Micheli festeggia gli oltre trent’anni di attività professionale. L’esposizione verrà inaugurata il prossimo 13 settembre alle 17 presso il Salone delle Adunanze dell’Accademia delle Arti del Disegno (via Orsanmichele 4 a Firenze), di cui l’architetto è Accademico d’Onore dal 2018, mentre le opere sono visitabili con ingresso gratuito nella Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno, in Via Ricasoli n.68 (angolo piazza San Marco) ed ha il patrocinio della Fondazione Ordine Architetti di Firenze.

Le opere scelte per la mostra, esposte come fossero un’installazione, valorizzano il suo fare progettuale. L’insieme espositivo è caratterizzato da una selezione di prodotti di rilevante interesse contenutistico e formale e da una serie di contributi video dedicati ai progetti di architettura e di architettura degli interni. Gli oggetti ed i sistemi esposti raccontano attraverso le loro diversità metriche, ergonomiche, funzionali la storia di continuità intellettuale propria del creatore italiano i cui dettati concettuali sono rappresentati con forza dagli elementi espostivi e dall’allestimento concepito come un vero e proprio manifesto visivo e concettuale.

Cristina Acidini, Presidente dell’Accademia delle Arti del Disegno, sottolinea: che “Simone Micheli è il progettista al centro dell’evento espositivo, col suo studio ‘Simone Micheli Architectural Hero’ dall’ampio ventaglio di sedi internazionali, che ha superato i trent’anni di attività e ottenuto numerosi premi e riconoscimenti. E’ una grande soddisfazione riconoscere nel nostro accademico Simone Micheli, riflessa e interpretata dallo staff di professionisti da lui guidati, l’impronta di una formazione acquisita nella facoltà di Architettura di Firenze, un’impronta che mi piace riconoscere nell’altissimo profilo culturale del suo approccio alla creatività, caratterizzato – parole sue – dal ‘porre ‘maniacale attenzione ad ogni dettaglio”, che si tratti di costruire ex novo un edificio o di ridefinire le forme di oggetti senza tempo, potenziandone al tempo stesso le funzioni”

L’architetto Micheli, secondo Cristina Acidini, ha messo a frutto   e ha ben sviluppato il retaggio dei grandi maestri – e potremmo citare il padre ideale di tutti Giovanni Michelucci, nonché i docenti di generazioni successive come Bruno Zevi e Giovanni Klaus Koenig -, vale a dire di una visione ampia e inclusiva del processo creativo, che si arricchisce in questi nostri tempi di una sempre più vigile sensibilità ai fattori ambientali. Nella sua progettazione una struttura, i suoi connotati artistici e la sostenibilità della sua realizzazione si fondono in un’unità inscindibile, che attraverso lo strumento del disegno esprime la sintesi, prima mentale che fisica, di un sapere consapevole e di un saper fare responsabile.

La sua sensibilità si ritrova nella texture nei prodotti di design, in cui le soluzioni di superficie portano all’esterno la ratio della forma, in un processo di coerente riconoscimento della dignità di ogni materiale. La mostra trasforma la sala espositiva dell’Accademia in una temporanea scatola nera, allo spettacolo delle forme – con i loro volumi, colori e riflessi – collaborano i profumi, i suoni, le luci teatrali. Gli oggetti dunque sono sollecitati a prender vita nella nostra vita. L’esperienza è del tipo immersivo, in linea con i tanti sviluppi nel mondo reale come in quello virtuale del Metaverso.

Simone Micheli, toscano classe 1964, dopo la laurea presso Facoltà di Architettura di Firenze, fonda lo Studio d’Architettura nel 1990 e nel 2003, con Roberta Colla, la società di progettazione Simone Micheli Architectural Hero con sede a Firenze, Milano, Puntaldìa, Dubai, Rabat e Busan. La sua attività professionale si articola in molte direzioni: dai master plan all’architettura e interior, dal design al visual passando per la grafica, la comunicazione e l’organizzazione di eventi. Le sue creazioni, sostenibili e sempre attente all’ambiente, sono connotate da una forte identità e unicità. Numerose sono le sue realizzazioni per le pubbliche amministrazioni e per importanti committenze private connesse al mondo residenziale e della collettività.

È curatore di mostre tematiche – contract e non solo – nell’ambito delle più importanti fiere internazionali di settore. In collaborazione con Roberta Colla ed il suo team di professionisti, tiene master, conferenze, workshop e lecture presso università, istituti di cultura, enti ed istituzioni di molte città del mondo. I suoi lavori sono stati presentati nell’ambito delle più importanti rassegne espositive internazionali. Molte sono le pubblicazioni su riviste, magazine, quotidiani italiani ed internazionali.

 “Simone Micheli – Design Artwork from dream to reality”

Sala delle Esposizioni dell’Accademia delle Arti del Disegno

Via Ricasoli 68 (ang. piazza San Marco) – Firenze

13 – 27 settembre 2022

Da martedì a sabato ore 10.00-13.00 e 17.00-19.00 – domenica ore 10.00-13.00. Ingresso Libero.