Home SPORT COPPA CARNEVALE / Goleada dalla Fiorentina con il Copenaghen (8-2)

COPPA CARNEVALE / Goleada dalla Fiorentina con il Copenaghen (8-2)

110
0

primaveraFiorentina – B93 Copenaghen 8-2
FIORENTINA: Lezzerini, Empereur, Costanzo (18′ st Fossati), Ashong, Zohore, Bernardeschi (41′ st Everton), Venuti, Capezzi (25′ st Rosa Gastaldo), Gulin (20′ st Gondo), Bangu (33′ st Da Silva), Madrigali. A disp.: Bacci, De Poli, Cola, Folla.
Allenatore: Semplici
B93 COPENAGHEN: Bruhn, Osleu, Memeti, Ubbeteu, Suensson, Hansen (30′ pt Hamburger), Junge (12′ st Nicolaisen), Nielsen, Mikkel (16′ st Joanson), Drost. A disp.: Mads, Beosten.
Allenatore: Hiortikia
ARBITRO: Sprezzola di Mestre
RETI: 10′ ptMemeti, 19′ ptMikkel, 21′ ptBernardeschi, 23′ ptEmpereur, 43′ ptZohore, 3′ st Bernardeschi, 14′ st Madrigali, 36′ st Bernardeschi, 47′ st rig. Fossati, 49′ st Gondo

Inizio da incubo e finale da sogno. Buona la prima della Fiorentina al  Torneo di Viareggio: i viola si svegliano dopo aver incassato i due gol dal B93 Copenaghen e sommergono di reti i malcapitati danesi. Per la prima volta nella storia del Torneo la squadra gigliata gioca una gara in casa. Il campo è il “Guidi” del Galluzzo, impianto gestito dall’Aaudace Galluzzo. Il pubblico è quello delle grandi occasioni e in tribuna cisono anche Giancarlo Antognoni, il club manager viola Vincenzo Guerini e il team manager Roberto Ripa, in compagnia dell’amministratore delegato Sandro Mencucci.
La Fiorentina parte malissimo e al primo tiro in porta il Copenaghen è in vantaggio: tiro da fuori senza pretese di Memeti, ma Lezzerinisi fa passare il pallone sotto la pancia. La doccia fredda non scuote i viola che incassano anche il raddoppio: al 19’ Mikkel sfrutta uno svarione della difesa e sfodera un delizioso “cucchiaio” che uccella il portiere. Mister Semplici non si dà pace e alza la voce dalla panchina. La Fiorentina raccoglie il messaggio del mister e il tridenteZohore- Gulin-Bernardeschi, comincia a macinare gioco e occasioni. Al 21’ la prima scossa viola:Bernardeschiaccorcia le distanze con una girata di sinistro che prende contro tempo Bruhn. Poi è il difensore Empereur a staccare più in alto di tutti sugli sviluppi di un corner e a battere l’estremo danese con un preciso colpo di testa. La rimonta è completata al 43’: splendida combinazione Bangu-Bernardschi e palla da spingere in porta per Zohore che firma il vantaggio viola. Da questo momento in poi non c’è più partita e il Copenaghen viene letteralmente travolto.
Nel secondo tempo è show viola esale in cattedra Bernardeschi che, al 3’, realizza un gran gol con la palla che finisce proprio sotto l’incrocio. La Fiorentina non si ferma: al 14’ tocca a Madrigali entrare nel tabellino dei marcatori su azione d’angolo e sponda involontaria di Zohore che consente al compagno di staccare in solitudine e di chiudere il match. Il 6-2 è opera dello scatenato Bernardeschi che, dopo una fuga solitaria, non dà scampo al poveroBruhn. Nel corso dei 4’ di recupero arrivano altri due gol: protagonista il nuovo entrato Gondo che prima si procura il rigore, trasformato dall’altro nuovo entrato Fossati. Poi realizza l’ottava rete con un tocco sottomisura  sugli sviluppi di un corner. Al triplice fischio gli spettatori del Galluzzo scattano in piedi ad applaudire uno spettacolo davvero divertente, con un finale tutto viola.
La Fiorentina adesso affronterà il Padova (giovedì alle 15 al Turri di Scandicci) che ha pareggiato 1-1 col Club Nacional, quarta squadra del suo girone.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here