Home Magazine Successo della mostra ‘Il cappello di paglia di Firenze nel cinema’, anteprima...

Successo della mostra ‘Il cappello di paglia di Firenze nel cinema’, anteprima della Notte degli Oscar

admin
432
0

cappello pagliaIn attesa della Notte degli Oscar, martedì 19 febbraio Artigianato e Palazzo e Il Consorzio “Il Cappello di Firenze” inaugurano a Los Angeles la mostra “Hats on film/Il cappello nel cinema”, una occasione straordinaria per riportare questo manufatto storico dell’artigianato toscano, per promuovere il “Made in Tuscany”, da mercoledì 20 febbraio a venerdì 8 marzo.  Il cappello con le sue infinite variazioni svolge un ruolo indiscusso da protagonista. Innumerevoli sono gli esempi di pellicole celebri in cui il cappello ha messo in rilievo la bontà o la crudeltà dei personaggi, la loro condizione sociale di benessere o miseria, o più semplicemente esaltato il genere sessuale di appartenenza.

Ed oggi come allora, proprio a Firenze, si continuano a fabbricare cappelli la cui produzione e distribuzione del Made in Italy nel mondo è affidata alle principali aziende toscane riunite e tutelate dal Consorzio “Il cappello di Firenze”. La sale dell’Istituto di Cultura Italiana di Los Angeles ospiteranno fino all’8 marzo una installazione di molte centinaia di cappelli di paglia che saranno personalizzati “dal vivo” da esperte modiste a seconda dei gusti del pubblico, la proiezione di “Hats on Film” un film realizzato con il montaggio serrato di momenti celebri della storia del cinema in cui il cappello è il “protagonista”, curato dalla Film Comission della Regione Toscana; infine una mostra fotografica sulle lavorazioni e sui cappelli d’epoca con immagini storiche selezionate in collaborazione con la Galleria del Costume di Palazzo Pitti.

Hats on Film/Il cappello nel cinema” è un progetto ideato da Neri Torrigiani, in collaborazione con Giuseppe Grevi, presidente del Consorzio “Il Cappello di Firenze” Fondazione Sistema Toscana, Toscana Film Commission, nato per valorizzare e promuovere questo particolare accessorio della moda e dell’artigianato “Made in Tuscany” nel modo, con cui si vuole celebrare il rapporto tra la tradizione italiana del fatto a mano e il cinema.

Per concludere una curiosità sconosciuta ai più che lega il mondo del cinema hollywoodiano con la Toscana e la produzione dei cappelli: il matrimonio tra la figlia dell’attore Premio Oscar Fredic March e il figlio di Beppe Fantacci, illustre cappellaio che negli anni Trenta ha esportato il cappello fiorentino negli Stati Uniti.

Estefania Soto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui