Home Starbene / Gusto A Firenze il primo expo del Consorzio Chianti Colli Fiorentini

A Firenze il primo expo del Consorzio Chianti Colli Fiorentini

admin
78
0

di Elisabetta Failla

 

Il Consorzio Chianti Colli Fiorentini si presenta insieme ai suoi vini a Firenze e lo fa in grande stile. Nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio, infatti, il prossimo 1°dicembre si terrà il primo expo del Consorzio. Un evento dedicato al vino di qualità e alla cultura del buon vivere pensato e organizzato per far conoscere le specificità del Chianti Colli Fiorentini e delle suggestive zone che lo ospitano. Una giornata intera dedicata al vino di Firenze per approfondirne la conoscenza, con degustazioni e occasioni di incontro e scambio con i singoli produttori, oltre a momenti specifici dedicati alla stampa e agli operatori di settore. Una giornata in cui verranno coinvolti i vari attori del mercato del vino, con segmenti dedicati a ciascuna categoria.

L’iniziativa nasce dall’idea e dall’intuizione dei membri del Consorzio Chianti Colli Fiorentini che, in questo modo, avranno la possibilità di poter far conoscere a giornalisti, esperti del settore e semplici appassionati, le qualità e le peculiarità dei vini prodotti e di tutte le attività che quotidianamente queste aziende portano avanti.

La giornata prenderà il via la mattina con appuntamenti dedicati alla stampa italiana ed estera, con i giornalisti che avranno la possibilità di degustare i prodotti del Consorzio ma, anche, conoscere uno dei territori più suggestivi della Toscana. Nel pomeriggio, dalle 14 alle 20, la manifestazione aprirà al pubblico, che potrà assaggiare i vini dei 18 produttori del Consorzio presenti. Per partecipare alle degustazioni gratuite è necessario iscriversi attraverso la piattaforma eventbrite al link https://bit.ly/ExpoChiantiColliFiorentini.

“Siamo davvero orgogliosi di aver organizzato, in un luogo così suggestivo ed iconico, il primo expo del Consorzio – ha spiegato Marco Ferretti, Presidente del Consorzio Chianti Colli Fiorentini – Per noi rappresenta un momento di altissimo valore per far conoscere l’alta qualità dei nostri prodotti. Aspettiamo con grande piacere, nel pomeriggio, tantissimi appassionati ed amanti del vino, che avranno la possibilità di usufruire di degustazioni ed assaggi liberi. Ci auguriamo infine che, grazie anche al sostegno delle istituzioni, questo possa essere solo il primo appuntamento di una lunga serie”.

“Siamo molto contenti di ospitare questo evento, che ha l’obiettivo di far conoscere e valorizzare un parte importante del patrimonio culturale della nostra zona: il vino – ha sottolineato  Andrea Giorgio, assessore all’ambiente del Comune di Firenze – Apriamo quindi con piacere le porte di Palazzo Vecchio perché non è solo sede del Comune ma un punto di riferimento e casa di tutti i cittadini dell’area metropolitana: portare qui questa vetrina di produzioni di qualità è un modo per ribadirlo, perché siamo convinti che i territori sono più forti se lavorano uniti e valorizzano insieme risorse e qualità di ognuno.”

La manifestazione ha avuto il patrocinio dei 16 Comuni che ospitano i produttori del Consorzio Chianti Colli Fiorentini, a dimostrazione dell’alto valore della manifestazione in termini di visibilità e di valore. I Comuni sono: Bagno a Ripoli, Barberino Tavarnelle, Certaldo, Fiesole, Figline ed Incisa Val d’Arno, Firenze, Impruneta, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Montespertoli, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, San Casciano Val di Pesa, Scandicci. Delle

“Alla manifestazione saranno presenti 18 delle 24 aziende che fanno parte del Consorzio, molte delle quali sono già certificate biologiche mentre altre lo diventeranno a breve – prosegue Marco Ferretti – In questo modo riusciremo a dare una panoramica della produzione che da Certaldo passando Montelupo, San Casciano arriva fino a a Pontassieve. Il nostro – conclude – è un territorio pieno di diversità tanto da produrre vini diversi a seconda del loro terroir”.

Il Consorzio Chianti Colli Fiorentini è stato fondato nel 1994 da un piccolo numero di viticoltori con il duplice scopo: migliorare la qualità e promuovere la denominazione. Il suo simbolo è il “Marzocco”, il leone rampante che appare sulla Torre di Palazzo Vecchio a Firenze – solo al posto della lancia tenuta dal leone c’è un bicchiere di vino a significare lo stretto legame tra la realtà produttiva odierna e l’antica tradizione fiorentina. Nel tempo il Consorzio ha acquisito sempre più consenso e conta ora 28 membri che rappresentano oltre il 52% della produzione.