Home News Parco dei Renai, stagione record

Parco dei Renai, stagione record

Avatar
155
0

«Il Parco dei Renai è diventato un punto di riferimento nel sistema dei parchi metropolitani». Natura, divertimento, sport, sono le chiavi per il successo dell’oasi verde azzurra di Signa, che nel primo anno di uscita dalla pandemia è tornato alle presenze record durante la stagione estiva e ora offre uno scenario autunnale ugualmente affascinante per chi vuole godere del foliage e delle atmosfere intorno al lago.

«Il Parco dei Renai – ha detto il sindaco di Signa, Giampiero Fossi – oasi verde del nostro Comune, è da sempre motivo di grande orgoglio per tutta la nostra comunità. Uno spazio a disposizione di cittadini e turisti che ogni anno ospita migliaia di persone per momenti di relax a contatto con la natura ma anche per eventi legati all’arte, alla cultura, allo sport. Una vera e propria eccellenza da tutelare e valorizzare: l’Amministrazione infatti – insieme alla società di gestione – sta lavorando intensamente per lo sviluppo del Parco dei Renai affinché possa accogliere un numero sempre crescente di visitatori e turisti».

In vista della prossima stagione, la società di gestione, Isola dei Renai spa sta lavorando anche al nuovo bando per la gestione dei vari impianti presenti nel parco. Il bando sarà aperto alle attività commerciali o d’impresa interessate a svolgere la loro attività ai Renai e sarà adeguatamente promosso da gennaio.

«Il parco – ha detto l’amministratore delegato della società di gestione, Isola dei Renai spa, Andrea Marzi – è in grado di offrire ai visitatori tante attrazioni che accompagnano i cittadini durante l’estate. Quest’anno, con la fine delle restrizioni legate alla pandemia, siamo tornati ai livelli di presenze del 2019. Abbiamo progetti per crescere ancora, sia per quanto riguarda la possibilità di praticare attività sportiva, sia con nuovi spazi per il tempo libero. La novità di quest’anno sono stati i tanti eventi e concerti organizzati non solo d’estate con la classica festa della birra, ma anche a fine ottobre, montando una tensostruttura. L’obiettivo è rendere fruibile il parco in tutte le stagioni, farlo essere sempre di più un contenitore per la cultura, il benessere, il divertimento».

«Mentre procedono i lavori di realizzazione della cassa d’espansione per le piene dell’Arno – ha detto il presidente dell’Isola dei Renai, Daniele Donnini – è opportuno sottolineare anche l’importante funzione che il nostro parco svolge per la sicurezza idraulica di tutta l’area. Negli anni abbiamo subito danni dalle piene dell’Arno, ma siamo ripartiti, e puntiamo a crescere ancora perché i Renai, non va dimenticato, sono anche un presidio sociale per le tante persone che restano in città durante l’estate».