Home Ultim'ora Golden Globe 2023, vincono ‘The Fabelmans’ e ‘Gli spiriti dell’isola’

Golden Globe 2023, vincono ‘The Fabelmans’ e ‘Gli spiriti dell’isola’

Adnkronos
125
0

(Adnkronos) – Sono ‘The Fabelmans’  e ‘Gli Spiriti dell’Isola’ i vincitori dei Golden Globe 2023 rispettivamente nella categoria film drammatico e commedia. Il verdetto è arrivato ieri sera nel corso della 80esima edizione dei premi della Hollywood Foreign Press, tornata sotto i riflettori dopo le polemiche che hanno coinvolto l’associazione della stampa estera accusata di poca rappresentatività e di mancanza di trasparenza nell’assegnazione dei premi.  

Ma quest’anno, dopo che l’Hfpa ha apportato modifiche alla composizione della giuria e ha istituito un nuovo codice etico di condotta, molti degli attori che avevano boicottato i Globes sono tornati e la cerimonia è stata trasmessa dalla NBC. La serata, condotta dal comico Jerrod Carmichael, ha riservato poche sorprese per quanto riguarda i vincitori. Praticamente tutti i film dati per favoriti, inclusi ‘The Fabelmans’, ‘The Banshees of Inisherin’ e ‘Everything Everywhere All at Once’, sono andati via con più premi. 

Il dramma autobiografico di Steven Spielberg si è aggiudicato due dei premi più importanti della serata: miglior film drammatico e miglior regia. ‘The Banshees of Inisherin’, la storia di un’amicizia spezzata di Martin McDonagh ambientata nell’Irlanda rurale, ha vinto per miglior film o commedia musicale, migliore sceneggiatura e miglior attore (Colin Farrell) in un film o commedia musicale restando comunque tra i favoriti per gli Oscar. 

Nelle categorie di recitazione, Michelle Yeoh ha portato a casa il trofeo per la migliore attrice in un musical o in una commedia, per il suo ruolo da protagonista in ‘Everything Everywhere All at Once’. Accettando il premio, la star malese di 60 anni ha pronunciato un potente discorso sul razzismo che aveva vissuto al momento del passaggio a Hollywood. 

Il co-protagonista di Yeoh, Ke Huy Quan, si è aggiudicato il primo premio della serata, come miglior attore non protagonista in una commedia, ringraziando Spielberg nel suo discorso: il regista lo ha scelto per la prima volta da bambino nel 1984 in ‘Indiana Jones e il tempio maledetto’. Nel frattempo, Angela Bassett ha reso omaggio a Chadwick Boseman per il premio come miglior attrice non protagonista nel ruolo della regina Ramonda in Black Panther. 

Il Golden Globe per la miglior serie comica è la sitcom scolastica ‘Abbott Elementary’, scritta e diretta da Quinta Brunson. La miglior serie drammatica è invece ‘House of dragon, sequel della serie dei record Trono di spade. Mentre l’ambito premio per la miglior serie drammatica, è andato a ‘House of the Dragon’, spin-off della serie dei record ‘Trono di spade’. Accettando il premio, lo showrunner Miguel Sapochnik è apparso sorpreso dal fatto che la popolare serie fantasy sia stata in grado di superare Severance di Apple TV, The Crown di Netflix , Better Caul Saul e Ozar. 

Premi alla carriera assegnati al comico afroamericano Eddie Murphy e allo showrunner Ryan Murphy che da venticinque anni racconta a Hollywood le storie della comunità lgbtq+, il primo ha ricevuto il Cecil B. Demille e il secondo il Carol Burnett.