Home Tennis Tennis, alla fase finale i campionati toscani indoor al Match Ball di...

Tennis, alla fase finale i campionati toscani indoor al Match Ball di Candeli

752
0

Augusto Virgili (809x540)E’ iniziato il countdown ai Campionati Toscani Assoluti Indoor – Trofeo Centro Arredotessile che si stanno giocando sui campi coperti in terra rossa e greenset (limitatamente alla 3^ categoria femminile) del Match Ball Firenze Country Club. L’edizione numero 35, tutte organizzate dal club presieduto da Roberto Casamonti, è risultata quella record per quanto riguarda la partecipazione. Tra tornei di singolare e doppio, infatti, sono 448 gli iscritti, esattamente 13 unità in più dell’edizione dello scorso anno. Tutto ciò sta a significare che la voglia di tennis è sempre intatta, anzi aumenta, e l’organizzazione fornita dal prestigioso circolo di Candeli è sempre ottima, grazie al perfetto connubio instauratosi tra Ufficiali di Gara designati dalla Federtennis Toscana e dirigenza del Match Ball con particolare preferenza per il direttore di gara maestro Paolo Lapini ed il neo direttore del club Antonia Pastore. Per quanto riguarda il tennis giocato si è assistito ad incontri decisi all’ultimo colpo intervallati da altri che sono filati in modo semplice. Tra giocatori e giocatrici più quotate si sono inseriti autentiche “bombe ad orologeria” rappresentate da spettacolari sorprese giovanili. Con il traguardo finale ormai prossimo siamo in grado di descrivere quanto successo nei vari tabelloni:

OPEN MASCHILE – Favorito d’obbligo della vigilia era il portacolori del Circolo Tennis Scandicci Marco Simoni, attuale campione italiano di seconda categoria, titolo vinto nel 2012 a Lecce. Certamente il titolo toscano per il 26enne fiorentino risulta più complicato da vincere rispetto a quello tricolore. A Lecce ha avuto praticamente un solo avversario ostico. Al Match Ball ha dovuto cominciare a pedalare già all’esordio. In qualità di prima testa di serie è entrato in gara ai quarti di finale dove, iniziando alla grande, ha inflitto un “cappotto” (60) al malcapitato massese Davide Bramanti, avversario da prendere con le molle per esperienza e carattere. Infatti, nella seconda partita, il rappresentante del Tennis Club Italia ha reagito bene ed ha reso dura la vita a Simoni che, comunque, ha chiuso con lo score di 64.

Nella semifinale di sabato Marco Simoni se la dovrà vedere con un altro ostacolo certamente non proibitivo ma sicuramente difficoltoso. Sarà, infatti, il 22enne Adelchi Virgili, finalista lo scorso anno, a cercare di estromettere Simoni dalla finale. Nei quarti l’esuberante giovincello di casa Virgili Ha sofferto parecchio per domare il 19enne livornese Davide Galoppini. 67 61 75 il punteggio per l’estroso tennista fiorentino.

Nella parte bassa il secondo favorito del seeding, Leonardo Azzaro, campione uscente ha timbrato il cartellino in modo positivo con l’aretino Marco Vannutelli e, come il cinese, aspetta a bordo riva di conoscere l’avversario che dovrà scaturire dal match tra il massese, tesserato per il Circolo Tennis Livorno, Andrea Turini, un titolo per lui nel 2010 ed il senese di Poggibonsi Andrea Taliani.

OPEN FEMMINILE –  Con tre titoli gigliati in tasca e con la precisa volontà di allungare le vittorie, Alexia Virgili ha letteralmente annichilito la volenterosa Alessia Bianchi che, probabilmente, studiandosi il match giocato contro la Virgili, sarà presa da incubi interminabili. In appena 48 minuti la splendida giocatrice del Tennis Club Prato, pupilla di nonno Beppe, impareggiabile attaccante della squadra viola vincitrice del primo scudetto, ha preso a pallate un’avversaria che non vedeva l’ora di trascorrere il resto della giornata sotto la doccia. In semifinale, la Virgili avrà di fronte una 16enne di belle speranze, la pratese Giulia Cascapera che è nata e cresciuta tennisticamente sui campi del Tennis Club Bisenzio. La Cascapera, nei quarti di finale, ha lasciato appena un game alla 15enne  versiliana Clarissa Gai che, in ogni caso, ha rappresentato una delle più significative sorprese dei campionati.

A proposito di sorprese, una certamente non bella l’ha avuta la numero due del seeding, la fiorentina Giulia Mastellone, tennista fra le più attese dato che risulta tesserata per il Circolo Tennis Firenze ma si allena sui campi del Match Ball. La Mastellone, dopo un primo set vinto alla grande (62) ha sofferto il ritorno della brava Apollonia Melzani, atleta italo-belga che, da qualche anno risiede ad Arezzo dove gioca per il Circolo del Tennis. Il secondo set si è chiuso con identico punteggio del primo (62) ma a favore della Melzani che, sulle ali dell’entusiasmo, ha continuato a macinare gioco. Ne è scaturito un terzo set spettacolare vinto dalla tennista italo-belga con il punteggio di 75.

Da sottolineare in questo tabellone le forzate assenze di Jessica Pieri, un’altra delle giocatrici molto attese, per un riacutizzarsi di una recente pubalgia e dell’esperta Marialetizia Zavagli costretta a dare forfait  da un fastidioso mal di gola.

3^ CATEGORIA MASCHILE – Fase ancora interlocutoria in questo torneo. Gli incontri dei quarti di finale si sono disputati tutti in tarda serata e non abbiamo ancora i semifinalisti. Diciamo allora che si nota la voglia del beniamino di casa Match Ball Leonardo Bartolozzi di replicare il titolo vinto lo scorso anno. Non sarà facile perchè btroverà ostacoli non di poco conto. Il primo è rappresentato dal pratese David Ramazzani, portacolori del Tennis Club Limonaia. Poi ci sarà il vincitore del match tra l’esperto Giovanni Del Panta (Centro Sportivo Anchetta) ed il 15enne Francesco Canò, altra lieta sorpresa dei campionati. Con una classifica bassa (35), il portacolori del tennis Carraia, seguito dal professionista Daniele Giorgini, campione d’Italia a squadre con il Tennis Club Italia, turno dopo turno ha superato avversari di classifica più alta  e con punteggi non sempre facili.

Nella parte bassa del tabellone i quarti di finale hanno visto in campo gli aretini Filippo Fratini (Ct Giotto) e Massimiliano Renai (Tc Montevarchi) da una parte  ed il pistoiese Andrea Cipriani (Tc Valbisenzio) e il fiorentino Stefano Iacobelli (Match Ball Firenze) dall’altra.

3^CATEGORIA FEMMINILE – In questo torneo già definite le semifinali. Nella parte alta continua la rincorsa al titolo della pistoiese Giulia Cappelli (Ct Montecatini) che, dopo aver lasciato appena un game alla 16enne fiorentina Matilde Gozzini (Ct Firenze) se la dovrà vedere con la senese Alessandra Ronconi (Ct Chiusi) che, in tre set (26 62 63) ha avuto ragione di Serena Cati (Ct Firenze) mettendo in evidenza ottimi colpi. La Cappelli è favorita d’obbligo, ma il consiglio è di non prendere sottogamba la giovane senese. Lotta tra giovanissime anche nella parte bassa del tabellone. A contendersi la finale saranno la 16enne senese Chiara De Vito (63 62 ad Arianna Baldi) opposta all’empolese Camilla Genovese (76 60a Ginevra Luchetti). Quest’ultima, sedici anni anche per lei, è allenata dalla maestra Elisa Innocenti sui campi del Circolo Tennis Villanova.

DOPPIO MASCHILE – Si pregustano incontri di semifinali al cardiopalmo in questo torneo. Rimangono in corsa, infatti, tutti i doppi indicati come favoriti della vigilia. Nella parte alta il duo formato da Leonardo Azzaro (Ct Firenze) e Adelchi Virgili (Tc Prato) giocherà per la finale contro il doppio del Tennis Club Bisenzio costituito da Pietro Fanucci e Leonardo Santangelo. Nella parte bassa gli aretini Paolo Naldi e Marco Vannutelli se la dovranno vedere con i campioni d’Italia Over 40 a squadre (Match Ball Firenze) Antonio Padovani e Simone Galli.

DOPPIO FEMMINILE – Anche in questo caso la suspence è d’obbligo. Quando si decide a scendere in campo Marzia Grossi lo fa solamente con una mira: il podio più alto. Ed in effetti si è già portata in finale in coppia con la giovane Giulia Mastellone, tennista che, dopo la delusione in singolare, cerca una soddisfazione in questa specialità. Il duo Grossi-mastellone ha avuto ragione (63 63) in semifinale  del doppio senese formato da Idra Bigi e Letizia Boschi. Nella parte alta del tabellone a guadagnarsi il posto in finale saranno i doppi formati da Alexia Virgili e Claudia Romoli, numeri uno del seeding, e le aretine Giada Sisi e Marta Brandani.

DOPPIO MISTO – In questo torneo è già stato assegnato il titolo. A portarselo a casa, come ti sbagli, sono stati la statuaria Alexia Virgili, a caccia del triplete, ed il fratello Augusto. Con lo score di 76 61 hanno avuto la meglio sul duo formato da Valentina Gemini (Tc Comune di Bolzano) e Pietro Fanucci (Tc Bisenzio).

Oggi, sabato 23 febbraio, con inizio alle ore 13.00, sono in programma le semifinali dei singolari di III categorie e Open, a seguire le finali dei doppi maschile e femminile. Domenica (inizio ore 9.30) le finali dei singolari e le premiazioni

Enrico Roscitano